Accedi all'area riservata del nostro sito

Torna indietro

Ripristino cornicioni – Genova

febbraio 2016

Luogo:
Tipo di servizio: Pulizia Canna Fumaria, Vetri, Pannelli Fotovoltaici, Lavori su funi
Contesto: Condominio Privato

Dal sopralluogo eseguito presso il Condominio sito in via Batt a Genova, si è riscontrato che molteplici porzioni d’intonaco del cornicione risultavano lesionati e rigonfi con possibili prossime cadute dell’intonaco, problemi causati da infiltrazioni provenienti dal soprastante canale di gronda.

Pertanto per eseguire una lavorazione risolutiva e evitare che potessero crearsi nuovamente le medesime lesioni e degradi dell’intonaco nel cornicione, i nostri operai hanno eseguito una verifica per l’eliminazione delle lesioni presenti sulla guaina impermeabilizzante del canale di gronda del condominio in oggetto e realizzato un intervento di risanamento del cornicione.

I muratori acrobati di EdiliziAcrobatica® eseguono ogni lavoro di ristrutturazione senza ponteggi con tecnica alpinistica e anche in questo caso hanno eseguito l’intera lavorazione senza installare alcun ponteggio, opera provvisionale o piattaforma aerea, in totale sicurezza per loro stessi e per i condomini. Grazie alla nostra tecnica dei lavori su fune abbiamo garantito un’esecuzione dei lavori a regola d’arte in tempi record.

 

L’intervento nel dettaglio

  • Verifica preliminare di fattibilità dei lavori e Valutazione dei rischi
  • Definizione dei lavori da effettuare con le relative fasi di esecuzione.
  • Allestimento del cantiere
  • Redazione del Piano Operativo della Sicurezza
  • Applicazione di una mantovana aerea costituita da tubi in alluminio e sacco in doppio strato di PVC, atta a evitare la caduta in basso di materiali di risulta

Ciclo operativo di ripristino del cornicione

  • Controllo di stabilità di tutta la superficie del cornicione su tutti i lati del Condominio in oggetto, con annessa demolizione delle porzioni pericolanti, distaccate, in fase di distacco ed ove lesionate
  • Esecuzione di pulizia della superficie del cornicione su tutti i lati del Condominio, mediante la spazzolatura delle parti di tinta in fase di distacco
  • Spazzolatura dei ferri di armatura messi a nudo durante le demolizioni eseguita con brusche di ferro per eliminare ogni traccia di ruggine e successiva passivazione dei ferri eseguita mediante l’applicazione di due mani di convertitore di ruggine tipo MAPEFER della MAPEI
  • Ricostruzione delle parti precedentemente demolite del cornicione mediante applicazione di malta tissotropica premiscelata fibrorinforzata a ritiro compensato tipo MAPEGROUNT TIXOTROPICO della MAPEI
  • Esecuzione di rasatura delle porzioni precedentemente ricostruite del cornicione mediante l’applicazione di malta tissotropica premiscelata fibrorinforzata a ritiro compensato tipo RASA e RIPARA della MAPEI
  • Applicazione di una mano di fissativo su tutte le porzioni di cornicione precedentemente ripristinate
  • Tinteggiatura in scala di colore come l’originale su tutte le porzioni di cornicione precedentemente ripristinate mediante l’applicazione di due mani di pittura silossanica per esterni

Ciclo operativo di controllo e ripristino impermeabilizzazione del canale di gronda

  • Pulizia di tutta la superficie del canale di gronda per asportare vegetazione, muschi, terriccio, calcare o simili presenti sul fondo del canale
  • Esecuzione di controllo e sfiammatura della guaina impermeabilizzante del canale di gronda per consentire una corretta saldatura della membrana impermeabilizzante ed esecuzione di sigillatura delle lesioni presenti sullo strato bituminoso
  • Fornitura e posa in opera di due strati di membrana bituminosa da 4 mm di spessore, armata con tessuto non tessuto di poliestere da filo continuo, stabilizzato con fibra di vetro in corrispondenza delle pezze ove eventualmente rimossa. I teli saranno saldati a fiamma in totale aderenza agli elementi sottostanti con giunti sovrapposti longitudinalmente di 10 cm e di testata di 15 cm;
  • Fornitura e posa in opera due mani di protettivo antisolare resistente ai raggi u.v. in corrispondenza delle porzioni di canale di gronda ripristinate