Accedi all'area riservata del nostro sito

Torna indietro

COME PULIRE FACCIATE E VETRI? L’ESEMPIO DELLA TORRE DI FUKSAS A BRESCIA

ottobre 2017

Luogo: Brescia
Tipo di servizio: Pulizia Canna Fumaria, Vetri, Pannelli Fotovoltaici, Lavori su funi
Contesto: Complesso Residenziale

SPECIFICHE SULLA RICHIESTA DI INTERVENTO:

Come pulire facciate e vetri utilizzando la tecnica su corda di EdiliziAcrobatica? Questo il tema affrontato nell’analisi del nuovo intervento che è stato effettuato a Brescia e che ha interessato la struttura a torre inserita nel complesso residenziale e commerciale Duca d’Aosta progettato dall’architetto italiano  Massimiliano Fuksas.  La torre destinata ad area residenziale nasce in realtà dall’unione di tre torri di diverse altezze che hanno, in posizione centrale, un vano di servizio scala-ascensore  realizzato in vetro e acciaio.

EdiliziAcrobatica  ha già lavorato su un’architettura firmata da Massimiliano Fuksas quando è stata chiamata ad ultimare i lavori della Nuvola, il nuovo centro congressi, costruito nel quartiere Eur di Roma (Intervento edile sulla Nuvola di Fuksas).

L’intervento sulla torre a Brescia ha riguardato le vetrate esterne ed interne del vano scala-ascensore e la pulizia di due facciate caratterizzate da un rivestimento in maiolica molto particolare.

La tecnica innovativa dell’edilizia su fune  si  mostra particolarmente vantaggiosa per strutture di questa altezza in quanto permette agli operatori di calarsi  direttamente sulla superficie interessata senza dover installare impalcature e strutture esterne a vista, evitando così disagi ai condomini per tutta la durata dell’intervento.

DESCRIZIONE DELL’INTERVENTO SU CORDA:

Durante il sopralluogo si è cercata la soluzione più adatta al problema del come pulire facciate e vetri allo scopo di eliminare le polveri e intervenire sulle superfici annerite e sporche. Al fine di garantire la compatibilità con i materiali si è deciso di impiegare detergenti specifici con un Ph il più possibile vicino alla neutralità. Per le vetrate si è scelto di utilizzare acqua, sapone neutro e panni ben puliti. I detergenti non dovevano contenere acidi o alcalini, solventi organici o materiali abrasivi, e dovevano essere il più possibile a temperatura fredda.

Di seguito illustriamo il lavoro intrapreso dagli operatori di EdiliziAcrobatica  sul come pulire facciate e vetri di un edificio impiegando la tecnica su fune. Tutti gli interventi sono stati effettuati SENZA INSTALLARE ALCUN TIPO DI PONTEGGIO, OPERA PROVVISIONALE E PIATTAFORMA AEREA.

 

  • VERIFICA PRELIMINARE DI FATTIBILITÀ DEI LAVORI E VALUTAZIONE DEI RISCHI: descrizione dei lavori da effettuare con le relative fasi di esecuzione in base al Know-how di EdiliziAcrobatica, con conseguente valutazione dei rischi ed elaborazione di un crono-programma dettagliato dei lavori da realizzare.

 

  • INSTALLAZIONE DEL CANTIERE: predisposizione e preparazione degli armi necessari ad effettuare le calate verticali indispensabili per realizzare il lavoro da parte degli operatori di EdiliziAcrobatica. Gli ancoraggi sono stati eseguiti tramite agganci e strutture provvisorie sulle coperture delle due facciate oggetto di intervento. Per la struttura in acciaio e vetro del volume tecnico centrale sono state montate linee vita provvisorie per i lavori in sospensione. Inoltre, è stato preparato il cantiere sopra al tetto

 

  • COME PULIRE FACCIATE E VETRATE: è stata effettuata un’accurata rimozione a secco, tramite appositi panni, delle polveri presenti sulle vetrate del vano centrale in tutto il lato esterno; internamente solo dal 15° piano in poi. L’intervento è proseguito con l’idrolavaggio a bassa pressione per pulire le facciate in ceramica, gli estradossi e i contorni delle finestre. Sono state utilizzate spazzole e strumenti necessari a grattare le superfici annerite e sporche. Successivamente, si è proceduto con l’applicazione a spruzzo di acqua miscelata con appositi detergenti, in maniera da sciogliere e rimuovere tutte le macchie, le impurità e il calcare. Per concludere con un trattamento delle superfici in maniera da asciugare ed eliminare gli eventuali aloni rimasti.

 

  • FINE LAVORI: L’intervento si è concluso con lo smontaggio degli ancoraggi e la pulizia generale del cantiere.