RICHIEDI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO

RICHIEDI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO

Pulizia Canna Fumaria: Ogni Quanto e Come va Fatta? - EdiliziAcrobatica

Ogni quanto va eseguita la pulizia della canna fumaria? E come? Sono domande che prima o poi si pongono tutti coloro che abitano in un appartamento in cui sia installata una canna fumaria. D’altronde, dare per scontato il corretto funzionamento di questo dispositivo è pericoloso, in quanto espone a rischi che non riguardano solo l’efficienza ma anche la salute.

Ma andiamo con ordine, spiegando in cosa consiste la pulizia della canna fumaria e approfondendo la questione delle tempistiche.

Perché è importante pulire la canna fumaria?

La pulizia della canna fumaria è un intervento di manutenzione che non può essere disatteso. La necessità di pulire periodicamente questo elemento a è avvertita da tutti, ma sono in pochi a conoscere i reali rischi di una canna fumaria sporca, o abbandonata a se stessa.

La fuliggine che si accumula nelle pareti della canna fumaria, infatti, può trasformarsi in combustibile. Da qui, il rischio niente affatto teorico che si sviluppino incendi, che possono raggiungere facilmente anche gli spazi abitativi.

Non è un caso che la maggior parte degli incendi nelle abitazioni si verifichi durante le stagioni invernali, quando la canna fumaria rischia di essere posta sotto stress a causa delle attività di riscaldamento dei locali e dell’utilizzo più massiccio dell’acqua calda sanitaria. Il problema è rilevante, in quanto secondo una statistica recente, l’11% di tutti gli interventi dei vigili del fuoco riguardano gli incendii nelle abitazioni.

Nella migliore delle ipotesi, una canna fumaria sporca compromette l’efficienza della canna stessa. Ciò si traduce in una maggiore spesa in utenze. E’ una dinamica subdola, che si dipana gradualmente e in un tempo relativamente lungo. Nondimeno, può cagionare perdite economiche ingenti.

Ogni quanto pulire la canna fumaria?

L’ordinamento vigente non stabilisce con chiarezza le tempistiche delle attività di pulizia. Dunque, deve subentrare il buonsenso. Esso suggerisce che la pulizia va fatta almeno una volta all’anno se i combustibili sono fluidi, es. il gas. Se invece i combustibili sono solidi, come la legna, va fatta almeno una volta ogni tre anni.

Il criterio più preciso è però l’utilizzo della canna fumaria. In genere, si dovrebbe procedere con la pulizia ogni 400 kg di combustibile solido consumato e ogni 500 kg di combustibile fluido. Il periodo più propenso per dedicarsi alla cura del proprio camino è in primavera, quando ormai fa troppo caldo per accendere il fuoco e la fuliggine rimasta nel condotto non si è ancora indurita.

Si segnalano anche casi in cui la pulizia della canna fumaria assume un carattere di emergenza. Per esempio, se si avverte odore di bruciato, se si nota delle fuliggine cadere dal condotto o quando dal nulla appare del fumo negli ambienti.

CINQUE CONSIGLI PER UNA CORRETTA PULIZIA DELLA CANNA FUMARIA

La fuliggine non rimossa e le ostruzioni lungo il condotto sono le cause principali di malfunzionamento, possono addirittura provocare fenomeni di autocombustione con danni ingenti alla stessa struttura di tiraggio. Pulire la canna fumaria è, dunque, un’operazione di manutenzione importante, per questo motivo è meglio affidarsi a ditte specializzate così da non correre il rischio di danneggiare la funzionalità del camino o, peggio ancora, di compromettere la salute delle persone.

Ci sono, poi, dei consigli da seguire per far sì che la pulizia della canna fumaria sia eseguita nel migliore dei modi. Vediamone alcuni.

  • La pulizia della canna fumaria deve essere compiuta con una certa regolarità nel tempo per permettere di allungare la durata e l’efficienza del condotto e impedire il rischio d’incendi. Di fatto è consigliato un ciclo di manutenzione ogni anno, soprattutto nel caso di canne fumarie condominiali. È comunque bene non far passare più di due anni dall’ultimo intervento.
  • Generalmente in primavera, appena spento il focolare, è opportuno eseguire un’ispezione del camino e rimuovere la fuliggine depositata prima che questa si indurisca e diventi difficile da eliminare.
  • Prestare attenzione ai segnali che ci indicano quando non è più possibile rimandare la pulizia canna fumaria, tra cui: il ristagno di odore di fumo nella stanza in cui si trova il focolare, la caduta di fuliggine ogni volta che viene chiusa la serranda che serve alla regolazione della canna fumaria, la presenza di fuliggine sul pavimento.
  • La tecnica più efficace per pulire la canna fumaria è quella adottata da EdiliziAcrobatica®. Gli operatori acrobatici utilizzano un sistema di funi statiche certificate per muoversi in sicurezza sul tetto e lavorare in qualsiasi punto, senza limiti di altezza operativa e senza dover installare costosi e ingombranti ponteggi o piattaforme aeree, potendo così garantire tempi rapidi nell’esecuzione e un considerevole abbattimento dei costi. Con questa tecnica non si ha alcun disagio causato solitamente dalle impalcature, quindi nessun ingombro, eliminazione del rischio d’intrusioni dall’esterno durante i lavori, totale libertà di accedere all’edificio e di aprire le finestre.
  • Ci sono delle azioni che possono incidere sulla frequenza della pulizia canna fumaria, ad esempio, è consigliato bruciare soltanto legna di buona qualità e asciutta, evitare legni resinosi che favoriscono la formazione di fuliggine, non bruciare scarti di lavorazioni come i truciolati, i compensati o gli elementi verniciati e nemmeno plastica, carta patinata, scarti alimentari e mozziconi di sigarette. È importante, inoltre, compiere controlli periodici: per questo motivo EdiliziAcrobatica® ha attivato un servizio completo che, oltre alla pulizia di canna fumaria, permette di programmarne la manutenzione nel tempo.

Quali sono i costi?

Il costo della pulizia della canna fumaria dipende da una serie di fattori, tra cui l’accessibilità del tetto, la frequenza di utilizzo del caminetto e il tempo trascorso dall’ultima pulizia. Per questo una pulizia periodica non solo rappresenta un vantaggio in termini di sicurezza, ma anche in termini di risparmio.

Come avviene l’intervento di pulizia della canna fumaria

La tentazione di procedere con il fai da te è forte. D’altronde, il termine “pulizia” non fa pensare a interventi complessi. In giro si trovano anche dei tutorial per pulire in autonomia la canna fumaria.

Tutorial diseducativi, in quanto, il fai da te è una scelta rischiosa. In primo luogo, perché sono necessarie strumentazioni particolari, che puntano all’efficienza e alla sicurezza. Per esempio, le telecamere per le videoispezioni. Secondariamente, perché è pericoloso di base. Le altezze possono essere elevate, e certo il condotto – o per meglio dire la sua imboccatura – non è un ambiente salubre.

Anche affidarsi a professionisti estemporanei, come possono essere spazzacamini e affini, può essere pericoloso. In primo luogo, perché i dispositivi sono cambiati rispetto al tempo in cui effettivamente gli spazzacamini rappresentavano una soluzione. Secondariamente, proprio per la necessità di utilizzare strumentazioni idonee, che sono appannaggio di realtà organizzate più che del singolo.

Tra l’altro, se si fa riferimento a una realtà organizzata e autorizzata è possibile ottenere in loco la dichiarazione di conformità. Una possibilità da cogliere al volo se, per un motivo o per un altro, non si dispone di questo documento.

A tal proposito, va ricordato che ogni impianto deve vantare una dichiarazione di conformità ai sensi del Decreto Ministeriale n.37 del 2008. Inoltre, è necessario che all’impianto sia associato un libretto di uso e manutenzione. Esso, per l’appunto, reca traccia di tutti gli interventi di pulizia (e non solo).

Soltanto le ditte specializzate sanno come muoversi in sicurezza, quali strumenti adottare in base al materiale e alla struttura del condotto e conoscono le varie fasi di lavoro da seguire senza rischiare di danneggiare la funzionalità del camino. Tra tutte le ditte, noi di EdiliziAcrobatica® proponiamo uno dei migliori servizi di pulizia canna fumaria, perché grazie alla tecnica innovativa dei lavori in quota su corda, assicuriamo ai nostri clienti un risultato eccellente, in tempi rapidi e a costi contenuti, non avendo bisogno di montare e noleggiare ponteggi né piattaforme aeree per il sollevamento del personale.

Se il tuo camino inizia a mostrare segni di malfunzionamento non aspettare ulteriormente, contattaci e in breve tempo potrai tornare a godere del calore e dell’atmosfera accogliente del focolare.

Gli operatori di EdiliziAcrobatica® eseguono la pulizia di canna fumaria dall’alto, impiegando un sistema su funi statiche certificate che consente loro di muoversi in sicurezza. Il lavoro prevede un’ispezione del camino e l’asportazione di tutti i residui e detriti presenti all’interno. Si procede diversamente a seconda che si abbia una canna fumaria a sezione circolare con pareti in metallo o un condotto con pareti in muratura spigolose o con cambi di direzione repentini. Ogni caso è valutato con attenzione dai nostri tecnici e l’intervento è personalizzato, scegliendo sempre con cura gli strumenti e i prodotti più adatti.

IL NOSTRO METODO DI LAVORO È LA SOLUZIONE OTTIMALE PER TUTTI GLI INTERVENTI SUL CAMINO.
Installazione, demolizione, risanamento e pulizia canna fumaria: con noi tutto è più facile.

Contattaci al NUMERO VERDE 800. 300. 833 per valutare la fattibilità dell’intervento

Richiedi un SOPRALLUOGO GRATUITO di un nostro tecnico specializzato

Oppure clicca qua e compila il form “Richiedi preventivo”.

E’ un servizio completamente gratuito e consentirà ai nostri tecnici di avere un quadro delle tue necessità e di individuare la soluzione migliore per te.
Sarai ricontattato senza impegno in meno di 12 ore!

Guarda i nostri LAVORI SU CORDA >>>

Potrebbe interessarti anche

LAVORA CON NOI Vuoi unirti al nostro team? SCOPRI LE POSIZIONI APERTE!

Hanno avuto fiducia in noi oltre 18.000 clienti