RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

cappotto esterno

Molti sono spaventati alla sola idea di installare un cappotto termico esterno. Il motivo? I costi, ovviamente. La questione è meno grave di quanto si possa pensare (anzi da un certo punto di vista non è grave affatto) ma vale comunque esplorare le soluzioni alternative, e verificare se ne esistano alcune in grado di competere con il cappotto in termini di efficacia. Tutto ciò, sia chiaro, alla luce degli eventuali svantaggi del cappotto termico stesso.

Cos’è il cappotto termico esterno?

Prima di affrontare gli svantaggi del cappotto termico esterno e parlare delle principali alternative è bene inquadrare bene l’intervento. Cosa si intende realmente per cappotto termico esterno?

Ebbene, il cappotto termico esterno non è altro che un rivestimento realizzato con materiale isolante, in genere disposto in pannelli. Come suggerisce il nome, questi vengono applicati alle mure perimetrali.

Lo scopo del cappotto termico è ridurre drasticamente lo scambio di calore esterno-interno (e viceversa ovviamente). In tal modo, i locali mantengono la temperatura meglio e più a lungo, con tutto ciò che ne consegue per la spesa energetica. Una dinamica, questa, che risulta molto utile sia in inverno che in estate, ovvero quando vi è la necessità di riscaldare gli ambienti e di rinfrescarli.

Sono numerosi i materiali che possono essere chiamati in causa. Da essi dipende il grado di efficientamento effettivo, in quanto ciascuno si caratterizza per uno specifico valore di trasmittanza. Con questo termine, per inciso, si intende la quantità di calore che passa attraverso un metro quadro di materiale.

Dai materiali dipende però anche il costo generale dell’intervento. Ecco una lista dei materiali più utilizzati, dal più costoso al meno costoso.

  • Nanoresine
  • Lana di roccia
  • Fibra di vetro
  • Fibra di legno
  • Sughero
  • Poliuretano espanso

Gli svantaggi del cappotto termico esterno

Quali sono gli svantaggi del cappotto termico esterno? Quali sono i motivi che dovrebbero spingere alle soluzioni alternative?

Di grossi svantaggi a livello funzionale, non se ne segnalano. Anzi, non si segnalano svantaggi di alcun tipo. Il cappotto termico esterno è una soluzione efficace, che permette di abbattere i costi energetici anche del 40%. Allo stesso tempo, è anche una soluzione poco impattante sul piano visivo. Anzi, i rivestimenti migliorano lo skyline degli edifici. Insomma, non vi è alcun motivo per porre in discussione dell’intervento…

Eccetto il prezzo. In effetti, i costi sono elevati. Solo il materiale, ovvero i pannelli, non sono proprio economici. E se si pensa che una sola facciata condominiale conta 250 metri quadri, si può ben capire come si raggiungano con facilità le parecchie migliaia di euro.

Ma anche questo svantaggio è in realtà inconsistente. O, per lo meno, facilmente aggirabile. Il legislatore ha infatti introdotto alcune importanti agevolazioni fiscali tali da azzerare potenzialmente il costo dell’intervento. Stiamo parlando dell’ormai celebre Superbonus 110%, che riguarda esattamente l’installazione del cappotto termico esterno.

Grazie al Superbonus 110% è possibile scontare il 110% della spesa sull’IRPEF, in cinque periodi d’imposta. Ma non è finita qui: vi è anche la possibilità di cedere la possibilità di detrazione all’impresa edile o a un ente terzo, e ottenere un pari sconto in fattura. Potenzialmente, dunque, è possibile procedere con l’intervento senza spendere un euro. Tale opzione prende il nome di cessione del credito d’imposta.

Ovviamente, si tratta di una facoltà da parte delle imprese, non di un obbligo. Tuttavia, abbiate cura di contattare solo imprese che accettano il meccanismo del credito d’imposta.

Le altre soluzioni di isolamento termico

Dunque, il cappotto termico non presenta svantaggi funzionali, e l’unico “contro” degno di nota può essere aggirato grazie al Superbonus 110%.

Dunque, le soluzioni alternative, per risultare davvero tali, devono offrire davvero molto in termini di efficienza, costi etc. Ma è davvero così? In realtà no. Le alternative al cappotto presentano degli svantaggi molto più pesanti, e non raggiungono i medesimi livelli di efficienza. Ecco una panoramica.

Termointonaco. L’intervento è in effetti poco invasivo e non molto costoso. Tuttavia è meno efficiente e consente di accedere ad agevolazioni sì importanti, ma meno redditizie (es. il bonus facciate).

Mattoni in materiali isolanti. L’intervento è molto costoso, moderatamente efficiente. Peccato che sia veramente invasivo, e sostanzialmente in grado di coprire tutto il perimetro dell’edificio, se questo non è di nuova costruzione.

Vernici isolanti. Le applicazioni di vernici isolanti sono interventi poco costosi, copribili da una agevolazione meno conveniente del superbonus (di nuovo, il bonus facciate). Tuttavia, l’efficienza è mediamente scarsa, se comparata a quella del cappotto termico.

cappotto termico esterno EdiliziAcrobatica

A chi rivolgersi per l’installazione del cappotto termico esterno

Se ti sei convinto e intendi procedere con l’installazione del cappotto termico, dovrai porre la massima attenzione alla scelta dell’impresa edile. Da questa dipende la qualità dell’intervento, la sua durata, i costi (che comunque vanno anticipati anche se si accede al Superbonus, al netto della cessione del credito).

E’ bene optare per imprese edili specializzate nell’installazione del cappotto termico o almeno in questo genere di interventi. Soprattutto, imprese che accettino il credito d’imposta.

Imprese come EdiliziAcrobatica.

Vi sono molte ragione per cui dovresti affidarti a noi di EdiliziAcrobatica.

  • Siamo specializzati nei lavori in altezza. E’ il nostro piatto forte. Rinunciamo alle impalcature e optiamo per il lavoro su corda. Questo ci permette di ridurre i costi, l’impatto visivo dei lavori (niente mostri in legno e metallo), l’inquinamento acustico.
  • Accettiamo il credito d’imposta. Come già detto, non è una prerogativa di tutte le imprese edili. Noi abbiamo deciso di aderire, per porci al fianco dei nostri clienti e garantire loro il pieno accesso agli interventi di ristrutturazione.
  • Abbiamo un know-how straordinario. Siamo un franchising ben organizzato e che opera su tutto il territorio nazionale (e non solo). Offriamo efficienza, qualità, tempestività, esperienza.
  • Dunque, che aspetti? Compila il form qui sotto. Ti ricontatteremo prima possibile per organizzare l’intervento con te

Richiedici oggi il tuo preventivo gratuito, ti risponderemo nel più breve tempo possibile per organizzare con te un sopralluogo completamente gratuito.

Contattaci al NUMERO VERDE 800. 300. 833 per valutare la fattibilità dell’intervento

Oppure clicca qua e compila il form “Richiedi preventivo”.

E’ un servizio completamente gratuito e consentirà ai nostri tecnici di avere un quadro delle tue necessità e di individuare la soluzione migliore per te.
Sarai ricontattato senza impegno in meno di 12 ore!

Guarda i nostri LAVORI SU CORDA >>>

Potrebbe interessarti anche

LAVORA CON NOI Vuoi unirti al nostro team? SCOPRI LE POSIZIONI APERTE!

Hanno avuto fiducia in noi oltre 18.000 clienti