RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

Ediliziacrobatica. Operaio proto per sanificazione uffici.

La diffusione del COVID-19 ha avuto come conseguenza un aumento della sensibilità e dell’attenzione nei riguardi della pulizia e salubrità degli ambienti. In particolar modo, nell’ambito degli spazi di lavoro. In un contesto lavorativo ricco di sfide, la sanificazione degli uffici assume un ruolo di primaria importanza.

È fondamentale, infatti, garantire un ambiente di lavoro sicuro per tutte le persone che vivono al suo interno. Non solo un obbligo morale, ma anche legale per tutte le aziende italiane. 

La sanificazione uffici rappresenta una misura preventiva essenziale contro la diffusione di malattie infettive, ma è anche indispensabile per tutelare le persone e il loro benessere, ottimizzando parallelamente la produttività dell’intera azienda. 

Cos’è la sanificazione uffici, quanto costa e come si svolge? Scopriamo di più in questo approfondimento. 

Cosa si intende per sanificazione di un ambiente di lavoro

Al giorno d’oggi è necessario mantenere gli ambienti professionali non soltanto puliti, ma anche sanificati, per poter ridurre considerevolmente il rischio di contagio o contaminazione. Il servizio di sanificazione, infatti, è un processo che mira a rendere gli ambienti più sicuri e salubri.

Per sanificazione si intendono una serie di operazioni volte all’eliminazione di virus, funghi, batteri e microrganismi patogeni naturalmente presenti all’interno degli ambienti. Queste operazioni contribuiscono a ridurre il rischio di virus, scongiurando la diffusione di infezioni e malattie. 

Il processo di disinfezione e sanificazione deve essere svolto con regolarità all’interno di ambienti chiusi, a partire dai luoghi di lavoro e dagli spazi pubblici. Il processo prevede la rimozione dello sporco, sia esso visibile o invisibile, mediante la disinfezione delle superfici e la decontaminazione dell’aria.  

Durante l’intervento di sanificazione vengono impiegati specifici detergenti disinfettanti, capaci di rimuovere lo sporco e le sostanze inquinanti dalle superfici. Successivamente, vengono applicati prodotti chimici in grado di eliminare qualsiasi tipo di virus o colonie di batteri. In ultimo, viene eseguita la decontaminazione dell’aria con apparecchiature di ultima generazione, che rimuovono qualsiasi agente patogeno presente nell’ambiente. 

Differenza tra pulizia e sanificazione

Sarebbe scorretto identificare il concetto di sanificazione con quello di pulizia. Le attività di pulizia, infatti, riguardano una serie di operazioni atte a rimuovere sporcizia, polvere e altri residui dalle superfici. Tutte impurità visibili che possono essere eliminate mediante l’impiego di detergenti classici. 

La sanificazione, invece, è un processo molto più profondo, utile alla rimozione dei microrganismi patogeni invisibili a occhio nudo. Queste attività vengono svolte con lo scopo di rendere sano l’ambiente, attraverso operazioni di pulizia, disinfezione e disinfestazione. 

In questo modo è possibile controllare adeguatamente le condizioni del microclima, migliorandole in termini di ventilazione, temperatura e umidità. Il processo prevede la detersione e la disinfezione affinché sia possibile garantire un livello igienico accettabile agli ambienti trattati. 

Come deve avvenire la sanificazione in ufficio?

La sanificazione ufficio permette di ridurre in modo considerevole la carica patogena di microrganismi come: particelle in sospensione, virus, funghi e batteri. Grazie alla sanificazione è possibile rendere gli spazi adatti alla loro destinazione d’uso, sicuri e fruibili da visitatori e operatori.

Questo intervento si suddivide in diverse fasi: 

  • preparazione dell’ambiente, rimuovendo eventuali oggetti e coprendo le superfici non lavabili con appositi teli. Gli operatori devono utilizzare i Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) quali occhiali protettivi, mascherine e guanti;
  • pulizia accurata delle superfici e rimozione dello sporco visibile. In questa fase vengono usate attrezzature e detergenti classici. Le attività di pulizia risultano essere propedeutiche alle operazioni di disinfezione e sanificazione. In questa fase è opportuno effettuare l’aspirazione di pavimenti, moquette e tappezzeria, spolverando le superfici e i mobili con un panno umido; 
  • applicazione di prodotti disinfettanti (composti da etanolo, perossido di idrogeno oppure ipoclorito di sodio), mediante l’utilizzo di atomizzatori e panni monouso. A seconda della superficie da sanificare, la concentrazione dei prodotti disinfettanti varierà;
  • risciacquare con acqua pulita, eliminando i residui di disinfettante;
  • asciugare le superfici con un panno pulito. 

È fondamentale sanificare non solo finestre, pavimenti, pareti e porte, ma anche interruttori, scrivanie, computer, sedie, mouse e tastiere. In questo modo si potrà abbattere adeguatamente la carica batterica degli agenti patogeni.

Al termine dell’intervento è necessario smaltire i DPI in modo sicuro, nel rispetto delle normative. 

Oltre al processo di sanificazione uffici di tipo manuale, che prevede l’utilizzo di prodotti disinfettanti e strumenti specifici, è possibile optare per la sanificazione:

  • con vapore, in grado di eliminare efficacemente virus e batteri sia dalle superfici che dai pavimenti. Sfruttando il calore del vapore acqueo, che raggiunge temperature sino ai 120° C, la sanificazione con vapore elimina ogni residuo di sporco senza la necessità di utilizzare detergenti chimici, risultando quindi una procedura efficace, sicura e non tossica;
  • con ozono. Questo gas naturale vanta un elevato potere ossidante, che permette di rimuovere batteri e qualsiasi genere di microrganismo. L’ozono non lascia residui e non è tossico, elimina gli odori sgradevoli e riduce la carica allergica. Per procedere con la sanificazione all’ozono, però, è indispensabile allontanare le persone dagli ambienti durante tutto il trattamento. 

In cosa consiste la sanificazione periodica e perché è importante

Sanificazione uffici. Foto di un'operaio durante la pulizia di un edificio.

La sanificazione periodica deve essere svolta con regolarità, in quanto consiste nella pulizia e disinfezione profonda di tutti gli ambienti e delle superfici dell’ufficio. A seconda della tipologia di attività eseguita all’interno degli ambienti, la sanificazione periodica può avere una cadenza variabile, che dipenderà anche dal numero di persone che frequentano e che lavorano in quel contesto. 

Effettuare periodicamente le operazioni di sanificazione uffici contribuisce a:

  • rendere gli spazi più salubri e sicuri per le persone, prevenendo il rischio di epidemie, migliorando la qualità dell’aria e riducendo la diffusione di malattie virali o batteriche;
  • evitare sanzioni da parte delle autorità preposte alla vigilanza del territorio;
  • migliorare l’immagine dell’attività agli occhi del pubblico, dei clienti ma anche dei dipendenti. Un’attenzione costante alle misure igieniche è testimone della sensibilità aziendale nei riguardi della salute pubblica;
  • migliorare il benessere dei lavoratori, rendendo l’ambiente più confortevole e piacevole;
  • aumentare la produttività dei lavoratori. Essi, quando vivono in un contesto sano, sono più concentrati e produttivi;
  • ridurre i costi legati all’assenteismo dei lavoratori provocato da malattie batteriche o virali. 

In ultimo, è importante ricordare che la sanificazione periodica è un obbligo di legge per tutte le aziende. Il Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs. 81/2008) prevede, infatti, l’obbligo per le imprese di adottare le misure necessarie a garantire sicurezza e salute per i lavoratori. 

Quanto costa la sanificazione di un ufficio?

I costi di un intervento di sanificazione uffici possono variare, anche sensibilmente, in base a diversi fattori: metodo di sanificazione utilizzato, frequenza dell’intervento e dimensioni dell’ufficio. 

Generalmente, il costo medio di una sanificazione manuale rientra in un range di spesa pari a 2-3 euro al mq. La sanificazione all’ozono o con vapore può avere un costo più elevato, che si aggira intorno ai 4-5 euro al mq. 

Per poter usufruire dei benefici garantiti da un buon intervento di sanificazione uffici, è importante:

  • predisporre un piano di intervento periodico;
  • informare i lavoratori riguardo le procedure di sanificazione e le norme di igiene da seguire;
  • mantenere gli ambienti di lavoro il più possibile puliti e ordinati;
  • affidarsi a un’impresa qualificata. 

La sanificazione rappresenta un vero e proprio investimento per la tua impresa, in termini di salute dei lavoratori e sicurezza degli ambienti. Affidati ad Acrobatica, una realtà competente e professionale, capace di gestire l’intervento di sanificazione in ogni dettaglio offrendo sempre risultati soddisfacenti. Contatta ora il team per consulenze e preventivi.

Potrebbe interessarti anche

Hanno avuto fiducia in noi oltre 18.000 clienti