RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

tutte le tipologie di pannelli isolanti EdiliziAcrobatica

Come abbiamo già spiegato nell’articolo relativo alla coibentazione, un edificio ben isolato termicamente è un edificio che presenta un miglior comfort interno e minori consumi energetici sia per il riscaldamento che per il condizionamento. Inoltre, decidendo di isolare termicamente un edificio tramite, ad esempio, l’applicazione di un cappotto termico, si aumenterà anche il valore economico dell’intero immobile.

Quando si sceglie di procedere con un intervento di isolamento termico, però, capita spesso di trovarsi davanti una vasta scelta di pannelli isolanti realizzati in diversi materiali e soprattutto con spessori diversi. Ma come scegliere i pannelli isolanti giusti, in base alle proprie esigenze? Quali sono le caratteristiche a cui si deve fare attenzione prima di effettuare questa scelta? Qual è il miglior isolante termico quando si parla di materiali?

In questa guida noi di EdiliziAcrobatica risponderemo a tutte le tue domande sui pannelli isolanti, a partire dalle diverse tipologie fino ad arrivare a come scegliere i pannelli giusti per il proprio edificio. Iniziamo subito questo tour nel mondo dei pannelli isolanti andando a spiegare quali sono le opzioni disponibili sul mercato.

Pannelli isolanti, le opzioni disponibili

Le tipologie di pannelli isolanti presenti sul mercato si differenziano per diverse caratteristiche, tra le quali la principale consiste sicuramente nei materiali.
I pannelli isolanti, infatti, possono essere suddivisi in tre macrocategorie: quelli realizzati con materiali sintetici, quelli realizzati con materiali minerali e ultimi, ma ovviamente non per importanza, quelli realizzati con materiali naturali.

Ovviamente tutte e tre queste tipologie di pannelli hanno delle caratteristiche ben specifiche che adesso andremo a spiegarti nel dettaglio.

1.    Pannelli isolanti realizzati con materiali sintetici

I pannelli isolanti realizzati con materiali sintetici sono quelli che contengono al loro interno materiali come:

  • Polistirolo espanso;
  • Polistirene estruso;
  • Polietilene espanso.

Questi pannelli isolanti sono i più utilizzati per gli interventi di coibentazione e, di conseguenza, solitamente sono la soluzione più economica presente sul mercato. I pannelli isolanti realizzati con materiali sintetici hanno una durata che varia dai 30 ai 50 anni e garantiscono un ottimo isolamento, resistenza all’acqua e all’umidità e, soprattutto, una grande facilità di posa.

Prima di acquistare o di richiedere questa tipologia di pannelli per il tuo intervento di coibentazione, tuttavia, è necessario comprendere che, data la natura del materiale, i pannelli sintetici potrebbero rivelarsi molto pericolosi in caso d’incendio.

2.    Pannelli isolanti realizzati con materiali minerali

I panelli isolanti realizzati con materiali minerali sono quelli che nascono dalla lavorazione di:

  • Lana di vetro;
  • Lana di roccia;
  • Perlite espansa.

I panelli isolanti realizzati con materiali minerali garantiscono altissime prestazioni di coibentazione anche in presenza di umidità.  Questa tipologia di pannelli, inoltre, è: traspirante, biodegradabile, ignifuga, durevole e resistenti alle muffe.

Dal momento che sono molto efficaci sia per coibentare che per proteggere dall’umidità questi pannelli si trovano sul mercato a prezzi leggermente più alti rispetto a quelli sintetici.
I pannelli isolanti minerali, inoltre, richiedono una maggiore attenzione durante la posa in opera poiché i materiali utilizzati per realizzarli potrebbero risultare nocivi per la salute degli operatori. 

3.    Pannelli isolanti realizzati con materiali naturali

I materiali utilizzati per realizzare i pannelli isolanti naturali sono:

  • Fibra di legno;
  • Sughero.

I materiali di realizzazione rendono questi pannelli: rinnovabili, ecosostenibili, riciclabili e biodegradabili.
 
Dal momento che la loro realizzazione prevede processi produttivi più complessi questi pannelli potrebbero scoraggiare chi in primo luogo si fosse concentrato sul costo. A fronte di un aumento di prezzo, però, i vantaggi sono determinanti. I pannelli isolanti naturali sono, durevoli, resistenti all’umidità, traspiranti, atossici, riciclabili, biodegradabili e ottimi sia per l’isolamento termico che per quello acustico.

Dopo questa carrellata di tipologie ti sarai accorto che sul mercato esistono diverse tipologie di pannelli isolanti. Ma come si fa ad orientarsi e a scegliere quella più adatta per le proprie esigenze? Te lo spieghiamo nel prossimo capitolo.

EdiliziAcrobatica

Come scegliere i pannelli isolanti giusti

Per scegliere i pannelli isolanti giusti, innanzitutto è necessario determinare la tipologia di intervento da portare a termine. Per fare un esempio, i pannelli isolanti più adatti alla realizzazione di un cappotto termico esterno, sicuramente, non avranno caratteristiche adatte alla realizzazione di un cappotto termico interno, o di un isolamento acustico.  

È proprio la tipologia di intervento che andrà a determinare la scelta dei materiali poiché questi, in base alle necessità del committente, dovranno rispettare determinate caratteristiche specifiche, che trovi nell’ultimo paragrafo.

Per scegliere i pannelli isolanti più adatti alle tue esigenze, quindi, dovrai avvalerti della consulenza dell’azienda che realizzerà per te l’intervento di coibentazione.
Saranno proprio questi professionisti, dopo un attento sopralluogo, a determinare il miglior isolante termico da utilizzare in base alle tue specifiche necessità.

Qual è il miglior isolante termico?

Un isolante termico è un materiale che contribuisce a diminuire il flusso termico tra due ambienti con temperatura diversa. 

I materiali di isolamento termico sono classificabili in base a diversi parametri:

  • il tipo di materiale – minerale, vegetale, petrolchimico, animale 
  • la natura del materiale – naturale, sintetico, organico o inorganico
  • la struttura del materiale – fibrosa, cellulare o porosa. 

Per poter scegliere il pannello isolante più adatto alle proprie esigenze, però, non basta fare una breve ricerca sui materiali, sulla loro natura o sulla loro struttura. Le caratteristiche a cui fare attenzione sono ben altre, ovvero: 

  • lo spessore del pannello
  • la conducibilità termica
  • lo sfasamento termico 
  • il potere traspirante

Ma che significano nello specifico? Andiamo a scoprirle insieme, una per una. 

Le caratteristiche a cui fare attenzione

Lo spessore del pannello

Lo spessore di un pannello isolante utilizzato per isolare l’interno di un edificio può variare dai 6 agli 8 centimetri. Nella realizzazione di un cappotto termico esterno, invece, si utilizzano pannelli che hanno uno spessore variabile dai 6 ai 12 centimetri

Per scegliere lo spessore del pannello isolante è necessario valutare sia, come abbiamo già detto, le caratteristiche del luogo in cui il pannello dovrà essere installato che il potere isolante e di conseguenza la conducibilità termica del materiale utilizzato per realizzare il pannello. 

La conducibilità termica lambada

Quando si parla di conducibilità termica lambada “λ” ci si riferisce alla capacità di coibentazione/isolamento di un determinato materiale isolante.
Questa grandezza fisica, indicata dal simbolo “λD”, è determinata dal rapporto tra il flusso di calore ed il gradiente termico e si misura in watt su metro kelvin, ovvero W/mK
Più alta risulterà la conducibilità termica meno il materiale sarà in grado di isolare. Per poter isolare idoneamente un edificio, quindi, sarà necessario scegliere pannelli realizzati con materiali dal Lamba molto basso.

Lo sfasamento termico

Quando si parla di sfasamento termico si intende il lasso di tempo, calcolato in minuti o ore, impiegato dal calore esterno per attraversare il materiale isolante prima di entrare in casa.
Scegliendo dei pannelli con un alto tempo di sfasamento servirà poca energia per raffrescare la casa in quanto il calore estivo impiegherà molto tempo a penetrare i pannelli. 

Il tempo di sfasamento, solitamente, è indicato solo per i pannelli di 10 cm.

Il potere traspirante

Nella scelta di un pannello isolante bisogna calcolare anche il potere traspirante del materiale con cui è stato realizzato, ovvero la resistenza di diffusione al vapore “µ”. Un materiale traspirante migliora l’isolamento termico in quanto riduce la possibilità che si crei della condensa, che farebbe perdere all’aria le sue capacità di isolazione termica.

A fronte di tutte queste informazioni, la domanda rimane sempre la stessa: come scegliere i pannelli isolanti giusti per le proprie esigenze?

L’unica soluzione concreta per assicurarsi di non effettuare una scelta sbagliata è rivolgersi a dei professionisti dell’edilizia.

Anche se internet potrebbe sembrare una fonte sufficiente di informazioni per decidere in autonomia quali sono i migliori pannelli isolanti, solo un professionista sarà in grado di valutare tutte le necessità e le particolarità del tuo immobile per proporti la migliore tipologia di pannelli isolanti per te.

Spesso però, non ci si rivolge ai professionisti per paura di costi troppo elevati.
Costi che si andrebbero ad aggiungere a quelli relativi all’intervento di installazione o rifacimento del cappotto esterno, già abbastanza oneroso di per sé. 

Come fare, quindi, a venire a capo di questa situazione? 

La soluzione migliore sarebbe rivolgersi ad un’azienda che dopo aver realizzato un primo preventivo gratuito possa anche valutare lo stato del tuo immobile, per poi procedere a indicarti i migliori pannelli isolanti per le tue esigenze.
Per chiudere il cerchio questa azienda dovrebbe offrire interventi a prezzi vantaggiosi, essere presente in tutta Italia e, in più, offrirti la possibilità di accedere ad eventuali bonus o sconti specifici per il rifacimento del cappotto o dell’isolamento dell’edificio. 

Tutto questo sembra impossibile, vero?
E invece non lo è. Piacere, ci chiamiamo EdiliziAcrobatica e siamo pronti a indicarti i pannelli isolanti migliori per il tuo intervento di isolamento termico! 

Contattaci subito per richiedere maggiori informazioni e ricevi il tuo preventivo gratuito.

Potrebbe interessarti anche

LAVORA CON NOI Vuoi unirti al nostro team? SCOPRI LE POSIZIONI APERTE!

Hanno avuto fiducia in noi oltre 18.000 clienti