RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

preventivi Edili, EdiliziAcrobatica

I preventivi edili rappresentano una garanzia importante tanto per l’impresa quanto per il committente. Mettono infatti nero su bianco tutte le voci di costo, in modo che non possano esserci fraintendimenti, incomprensioni o false aspettative. Indirettamente, delineano i diritti-doveri delle due parti e fungono da guida primaria per l’esecuzione di lavori edili.

Dal canto suo, il committente dovrebbe sapere cosa compone i preventivi edili, cosa comportano e come influiscono nel processo. In tal modo, si pone al riparo da chi – a dispetto di ogni regola ontologica – concede spazio all’ambiguità.

Quando chiedere un preventivo edile

La risposta più corretta sarebbe: sempre. Ogni qual volta si necessita di un intervento di carattere edile è bene chiedere il preventivo. Del resto, assolve a più funzioni.

La più interessante è la contestualizzazione del prezzo. Se vi è qualche dubbio circa l’impresa cui affidarsi, e competenze/abilità appaiono del tutto sovrapponibili, confrontare i prezzi può risultare discriminante. E l’unico strumento per operare un confronto serrato e razionale è proprio il preventivo.

Va da sé che per gli interventi più leggeri, che richiedono al massimo qualche ora e un coinvolgimento limitato di materiali, mezzi, risorse etc. del preventivo si potrebbe pure fare a meno. Il consiglio è comunque di insistere: è sempre bene avere dalla propria una garanzia, piuttosto che non avercela.

Preventivi edili: quanto costano e quanto durano

Di norma, i preventivi sono gratuiti, almeno nella loro forma base, scaturiti non già da un sopralluogo approfondito bensì da una prima interlocuzione impresa-cliente. D’altronde, vengono considerate dall’impresa come uno strumento di persuasione. Una persuasione genuina, che si basa su fatti e numeri.

Anche qualora il preventivo seguisse un sopralluogo, ad essere “pagato” sarebbe quest’ultimo (almeno nella maggior parte dei casi). E’ difficile individuare un prezzo che vada bene per qualsiasi situazione, anche perché in genere viene condotto da professionisti dell’edilizia a tariffario libero.

Per quanto riguarda la durata si segnalano delle regole condivise. Per legge, in quanto documento di natura commerciale, un preventivo – se ufficiale, quindi firmato – ha una durata minima di 60 giorni. Per il resto, è la stessa azienda a definire dei termini precisi. In media, viaggiano sui 90 giorni.

Un caso fa eccezione. Ovvero quello in cui, per cause di forza maggiore e dunque esterne, alcune voci di costo salgano in maniera sensibile. Ciò avviene, per esempio, quando i materiali si rivalutano a monte della filiera. Nella fattispecie, il preventivo può subire modifiche anche prima dei 60 giorni.

Preventivi Edili, le risposte di EdiliziAcrobatica

Cosa si trova in un preventivo per lavori edili?

E’ la domanda più importante da porsi. Le voci di costo, le precisazioni, i dati concorrono nel complesso a fornire un quadro della spesa, del prezzo finale, ma anche anche delle attività da intraprendere. Ecco una lista di elementi che non possono mancare in un preventivo edile.

Intestazioni, ovvero i riferimenti e i dati anagrafici dell’impresa e del committente.

Luogo e data, importanti in quanto disegnano il momento dal quale decorre la scadenza.

Oggetto, che descrive in maniera sintetica l’intervento.

Descrizione degli interventi, che può essere resa in forma discorsiva, con elenchi puntati etc.

Prezzi unitari, subtotali e prezzo finale. Importante, in questo caso, è guardare all’unità di misura che a seconda dei materiali e delle attività può essere il metro lineare, il metro quadro, a corpo etc.

● Tariffa oraria per eventuali opere non previste.

Oneri non inclusi nel preventivo, ovvero tutte le spese a carico del committente. Un esempio tipico è la fornitura di elettricità e di acqua.

Forma e termini di pagamento, in genere sintetici.

Firme e timbri. Quelli dell’azienda rende il preventivo ufficiale, quella del committente dimostra la presa visione del documento.

Cosa valutare in un preventivo Edile

I preventivi vanno letti con attenzione e nella loro interezza. Al netto di ciò, alcuni elementi dovrebbero essere ulteriormente approfonditi e utilizzati primariamente per prendere una decisione definitiva.

● Numeri. Ovvero, tutto ciò che riguarda i prezzi. D’altronde, fungono spesso da discrimine nella scelta di questa o quella impresa.

Informazioni sui possibili imprevisti. Questa parte dev’essere abbondante, ovvero specificare il costo nei minimi particolari, magari citando più casistiche. Il motivo è semplice: quando si parla di lavori edili, e anche rispettando il progetto al cento per cento, gli imprevisti sono all’ordine del giorno.

Descrizione dell’intervento. Lo scopo è verificare che siano stati inseriti tutti gli interventi richiesti, e nelle modalità concordate/suggerite nelle interlocuzioni precedenti.

Indicazione sull’IVA. E’ un aspetto importante, in quanto l’IVA impatta sulla spesa effettiva. Di norma, l’IVA è esclusa, ma è bene che ciò sia specificato a chiare lettere.

I bonus e le detrazioni fiscali

In alcuni preventivi sono inseriti anche i riferimenti ai bonus e alle detrazioni fiscali. Ovvero, delle proiezioni che dimostrano la diminuzione della spesa in caso di accesso. “Proiezioni” è il termine adatto, in quanto l’accesso, per quanto agevolato rispetto a qualche anno fa, non è affatto scontato.

Ovviamente, ciò riguarda solamente le imprese che accettano la cessione del credito e praticano lo sconto diretto in fattura. Nella forma classica, ovvero detrazione IRPEF pluriennale, non si parla di risparmio bensì di recupero di parte della spesa.

In generale si tratta di un elemento da tenere d’occhio, anche perché le agevolazioni sono numerose e in grado di coprire, certo con soluzioni differenti, più o meno tutti gli interventi minimamente impegnativi.

Preventivo Edilizia Acrobatica

Ecco un esempio di preventivo Edile.

  • Verifica preliminare e la fattibilità dei lavori con annessa valutazione dei rischi in relazione al Know-how di EdiliziAcrobatica.
  • Allestimento del cantiere. L’incidenza dei costi si ha non solo per la quantità e la qualità dei materiali che verranno utilizzati ma anche per la messa in sicurezza delle zone limitrofe. Da tenere in considerazione sono anche i punti di ancoraggio che andranno individuati sull’edificio in cui è necessario intervenire.
  • Quotazione delle lavorazioni necessarie per portare a termine l’intervento vero e proprio. Conseguente pulizia del cantiere e lo smaltimento dei materiali in pubblica discarica autorizzata.

Perché scegliere EdiliziAcrobatica? Semplice, perché offriamo soluzioni innovative che migliorano l’esperienza del committente. Il riferimento è alla totale rinuncia dei ponteggi. I nostri operatori lavorano in sospensione.

Saldamente imbracati e assicurati alle linee vita, intervengono in modo rapido, efficace, silenzioso (per quanto possibile). Niente più inquinamento acustico, niente più inquinamento visivo e facciate deturpate.

Non è un cambiamento da poco: l’assenza di ponteggi ci permette di depennare una importante voce di costo e quindi offrire prezzi competitivi, con la qualità di sempre.

Dunque, che aspetti? Contattaci per un sopralluogo e un preventivo (gratuito).

Potrebbe interessarti anche

LAVORA CON NOI Vuoi unirti al nostro team? SCOPRI LE POSIZIONI APERTE!

Hanno avuto fiducia in noi oltre 18.000 clienti