RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

L’impermeabilizzazione è uno degli interventi edili più importanti in assoluto. D’altronde, risponde a una necessità ineludibile, ricopre una funzione quanto mai concreta: impedire le infiltrazioni di acqua tra le strutture dell’edificio e all’interno dei locali.

Tuttavia, si fa presto a dire impermeabilizzazione. Numerose tecniche possono essere chiamate in causa, altrettanti materiali possono essere utilizzati. La scelta dipende certo dalle esigenze di durata ed efficienza, ma anche dall’elemento oggetto dell’intervento.

Vale dunque la pena fare il punto sull’impermeabilizzazione, descrivere il ruolo che realmente gioca per la tenuta degli edifici, parlare di materiali e tecniche.

Cos’è l’impermeabilizzazione

Partiamo dalle basi. Cosa si intende per impermeabilizzazione? Molto banalmente, l’impermeabilizzazione è l’intervento mediante il quale si applica una membrana – o un manufatto simile – al fine di impedire il passaggio dell’acqua. Lo scopo primario è dunque evitare le infiltrazioni.

L’importanza di questo intervento è evidente. Un edificio poco impermeabilizzato subisce infiltrazioni. I muri si riempiono di acqua, formando condensa, macchie e muffe. Non è un dettaglio di poco conto: l’impatto – negativo – sulla salute è risaputo, oltre che potenzialmente irreversibile. Stesso discorso per l’impatto estetico, che già da solo è in grado di causare un certo discomfort.

Di norma, le impermeabilizzazioni coinvolgono elementi esterni, come i balconi e i terrazzi. Dunque, sono pensate per proteggere gli elementi dall’acqua piovana. Altrettanto importanti, però, sono le impermeabilizzazioni che coinvolgono gli elementi interni, come i muri controterra o le fondazioni. In tal caso, le impermeabilizzazioni proteggono non già dall’acqua piovana, ma dall’acqua presente nel terreno, vuoi per la presenza di falde nelle vicinanze vuoi per le attività irrigue. Si tratta di scongiurare la cosiddetta umidità di risalita, agente silenzioso ma in grado di causare molti danni.

Materiali impermeabilizzanti e interventi

Nel corso degli ultimi decenni le tecniche di impermeabilizzazione hanno compiuto passi da gigante, sospinti dall’elaborazione di nuovi materiali. Dunque, è utile particolare da questi ultimi.

  • Guaine bituminose. Rappresentano lo standard per le impermeabilizzazioni, soprattutto dei terrazzi e dei lastrici. Spiccano per l’ottimo rapporto qualità prezzo, per un’efficienza medio-alta, per la relativa facilità di posa. Tuttavia, cedono qualcosa lato estetico. Le guaine si presentano come dei giganteschi rotoli spessi parecchi centimetri. A mano a mano che vengono stesi, sono fissati mediante calore. 
  • Guaine in PVC. Rappresentano un’evoluzione e allo stesso tempo un compresso rispetto alle guaine bituminose. L’efficienza è simile, forse solo leggermente inferiore. Costano un po’ di più, la posa è un po’ più complessa, soprattutto se le superfici sono irregolari. L’estetica in compenso è migliore. Vengono applicate sui tetti, se regolari, ma più spesso per le piscine e le cisterne.
  • Resine. Possono essere poliuretaniche o epossidiche. Sono facili da posare ma resistono solo relativamente agli agenti atmosferici.
  • Bentonite. Viene applicata in genere sotto forma di mantici. Vanta una efficacia straordinaria ma anche una certa invasività. Inoltre, può essere posata solo a certe condizioni (es. assenza di umidità). E’ perfetta per le fondazioni e per i muri controterra.
impermeabilizzazione-ed-isolamento-a-cappotto

Impermeabilizzazione negli edifici: casi più frequenti

Trattiamo ora alcuni casi frequenti, tra quelli che prevedono l’impermeabilizzazione.

Tetti

I tetti sono a stretto contatto con gli agenti atmosferici. Anzi, il loro scopo è proprio proteggere gli edifici da pioggia, neve etc. Di base, si utilizzano le guaine bituminose, che offrono un eccellente compromesso tra efficienza, costi e rapidità di posa. Le guaine in PVC sono poco indicate in quanto, almeno nella maggior parte dei casi, le superfici dei tetti sono troppo irregolari.

impermeabilizzazione tetti ediliziacrobatica

Terrazzi

Tecniche e materiali sono simili a quelli impiegati per i tetti. D’altronde, la loro funzione è la medesima: proteggere l’edificio dagli agenti atmosferici, e in particolar modo dell’acqua piovana. Dunque, si utilizzano spesso le guaine bituminose. Si possono utilizzare, almeno in questo caso, anche le guaine in PVC, che rendono al meglio quando la superficie è abbastanza regolare.

Fondazioni e Muri controterra

Nella fattispecie, il problema principale è l’umidità di risalita, ma anche l’eventuale contatto o vicinanza con le acque di falda, le acque irrigue etc. Per via delle garanzie strutturali, che devono essere comunque puntellate da interventi di supporto, la migliore soluzione è data dai manti bentonitici.

Limitatamente ai muri controterra, possono essere utilizzate anche le resine, ma solo se supportate con il waterstop, un sistema impermeabilizzante che si integra con le componenti in calcestruzzo.

risultato impermeabilzzazioni muri controterra

Balconi

L’impermeabilizzazione del balcone segue le stesse regole dell’impermeabilizzazione del terrazzo, solo che in questo caso la copertura è sostanzialmente d’obbligo (es. con piastrelle). Ad ogni modo, si utilizzano prevalentemente le membrane bituminose.

A chi rivolgersi

Al di là dei discorsi sulle tecniche e sui materiali, a fare la differenza è sempre e comunque l’impresa edile. Dunque, l’unico modo per garantirsi un buon servizio, che duri e che risulti alla lunga efficiente, è scegliere una impresa edile esperta, che possa mettere sul tavolo un vasto bagaglio di competenze.

Un’impresa edile come EdiliziAcrobatica.

Noi di EdiliziAcrobatica realizziamo da sempre impermeabilizzazioni. Siamo famosi per i lavori in altezza, per i quali utilizziamo l’innovativa tecnica del lavoro su corda. Niente ponteggi, niente impalcatura. Di conseguenza, zero inquinamento visivo e minor inquinamento acustico. Inoltre, rinunciare alle impalcature significa eliminare un’importante voce di costo, e quindi proporre prezzi finali più bassi.

Ciononostante, lavoriamo anche “a terra”, occupandoci delle impermeabilizzazioni di muri controterra e fondazioni. In ogni caso, offriamo rapidità, qualità e convenienza.

Se stai pensando a una impermeabilizzazione, dunque, rivolgiti a noi. Compila il form qui sotto: sarai presto ricontattato per organizzare un sopralluogo e ottenere un preventivo.

Contattaci al NUMERO VERDE 800. 300. 833 per valutare la fattibilità dell’intervento

Richiedi un SOPRALLUOGO GRATUITO di un nostro tecnico specializzato

Oppure clicca qua e compila il form “Richiedi preventivo”.

E’ un servizio completamente gratuito e consentirà ai nostri tecnici di avere un quadro delle tue necessità e di individuare la soluzione migliore per te.
Sarai ricontattato senza impegno in meno di 12 ore!

Guarda i nostri LAVORI SU CORDA >>>

Potrebbe interessarti anche

LAVORA CON NOI Vuoi unirti al nostro team? SCOPRI LE POSIZIONI APERTE!

Hanno avuto fiducia in noi oltre 18.000 clienti