RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

I ferri per armatura presenti comunemente nelle strutture portanti di cemento armato possono, talvolta, degradarsi. Questo, molte volte a causa dell’azione di agenti esterni come acqua, vento, sole e umidità. La corrosione provocata dall’ambiente circostante potrebbe essere tale da far aumentare di volume il calcestruzzo nel quale questa struttura di sostegno è immersa, causando un danno da riparare molto costoso.

Il naturale degrado del ferro.

Il processo di degradamento delle strutture interne del cemento armato è un problema noto da tempo, ma fortunatamente risolvibile con una manutenzione eseguita da un’azienda edile specializzata come EdiliziaAcrobatica.

L’indebolimento delle costruzioni che utilizzano i ferri per armatura è dovuto all’inevitabile corrosione di questo materiale che, espandendosi, danneggia il cosiddetto copri ferro in calcestruzzo che lo circonda per qualche centimetro di diametro. La sua funzione è appunto quella di proteggere l’armatura interna, preservandone l’integrità. Negli edifici particolarmente esposti a sole e altri agenti atmosferici come neve, grandine e pioggia, il fenomeno della sfaldatura di questo strato è particolarmente accentuato e ne deriva una generale debilitazione degli elementi costruttivi.

Come si possono proteggere?

Esisono molti modi per evitare la naturale formazione di ruggine nei ferri per armatura. Scopriamo insieme quali sono i più utilizzati e quelli maggiormente efficaci.

  • Zincatura. Mediante l’applicazione di uno specifico trattamento a base di zinco si può preservare più a lungo i componenti delle armature del cemento.
  • Trattamenti ad azione passivante. Esistono in commercio alcuni componenti chimici studiati per rialcalinizzare e ripristinare il corretto ph del ferro, allungandone la vita.
  • Resine epossidiche. I ferri possono essere rivestiti di un materiale specificatamente studiato per resistere alla corrosione.

L’utilizzo di resine specifiche

Le resine epossidiche sono costituite da polimeri termoindurenti che reagiscono chimicamente a freddo tra due elementi: un materiale base e un indurente. Questi due, miscelati opportunamente secondo le indicazioni del produtture, diventano un elemento solido in grado di proteggere le strutture sulle quali viene posto.

Le resine sono lucide, senza colore e vetrose a temperatura ambiente. Queste vengono amalgamate con appositi diluenti per abbassarne la viscosità e permettere l’applicazione sulle costruzioni da trattare. Il tempo di reazione è decisamente basso ed è possibile applicare questo genere di prodotto in un lasso di tempo relativamente breve, soprattutto mediante l’utilizzo di edilizia a corda senza ponteggi come suggerisce l’esperienza di EdiliziaAcrobatica.

Trattamenti ad azione passivante

Esiste un particolare processo chimico chiamato passivazione che, mediate l’utilizzo di di sostanze chimiche, previene la naturale ossidazione del ferro e di tanti altri metalli come rame, nichel, acciaio, inox, zirconio e titanio.

L’applicazione di questi prodotti crea uno strato superficiale a protezione del metallo interno. La passivazione è un fenomeno elettrochimico che riesce a bloccare (parzialmente o in modo totale) la naturale reazione di corrosione metallica a cui sono esposti i materiali di costruzione. Viene creato un sottilissimo strato filmico che avvolge completamente il ferro da proteggere eliminando ogni causa chimica di degenerazione: il contatto con l’ossigeno in primis. Si tratta di uno dei trattamenti per ferri di armatura più utilizzati in campo edile. Quest’azione avviene a patto che la costituzione dell’agente passivante sia estremamente compatta e poco porosa. Si tratta di uno dei trattamenti più antichi, conosciuto già a partire dal 1700, quando i primi studiosi indagarono il curioso effetto che produceva il ferro immerso in acido nitrico.

L’efficacia della zincatura

Si tratta di uno dei trattamenti anticorrosivi per metalli più efficaci. Viene applicato uno strato di zinco sulla superficie da trattare per proteggerla dalla comune corrosione galvanica, provocando una forte riduzione della formazione di micro-celle elettrolitiche nei cosiddetti “bordi di grano”, un particolare difetto del reticolo metallico. Il processo di zincatura può essere eseguito in svariati modi diversi:

  • Zincatura a caldo. Si intende l’immersione delle aree colpite e da trattare in zinco fuso alla temperatura di 450°C , determinando la copertura del metallo con uno strato filmico molto sottile. Può essere aggiunto nichel o alluminio per aumentare ulteriormente la resistenza agli agenti corrosivi esterni.
  • Zincatura elettrolitica. Il materiale da proteggere viene inizialmente pre-sgrassato, decapato e poi ancora sgrassato, prima di essere immerso in una soluzione elettrolitica a base di sali di zinco. Per completare il processo viene fatta passare corrente elettrica tra il pezzo da trattare e la soluzione, determinando l’attaccamento dello zinco sul ferro stesso.
  • Zincatura a freddo. Questa particolare tecnica, decisamente rapida da eseguire ed economica, può a tutti gli effetti essere considerata una sorta di verniciatura. Vengono utilizzati prodotti a base di resine sintetiche e zinco metallico, in cui il primo elemento funge da legante. Viene applicata come una normale verniciatura senza bisogno di pretrattamenti, a parte la sgrassatura e una veloce spolverata.

Come risolvere in modo rapido ed economico il problema dei ferri per armatura arrugginiti

EdiliziaAcrobatica, grazie alla sua esperienza nell’uso di corde al posto dei costosi e ingombranti ponteggi, è un’azienda specializzata nel trattamento dei ferri per armatura arrugginiti. Utilizziamo tutte le tecniche più moderne e i prodotti specifici più efficaci per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle superfici da trattare. Proprio grazie all’eliminazione delle comuni impalcature, EdiliziaAcrobatica riesce a intervenire in tempi brevissimi, riducendo così anche i costi generali per effettuare la conservazione dei fabbricati sui quali interveniamo.

Contattaci al NUMERO VERDE 800. 300. 833 per valutare la fattibilità dell’intervento

Richiedi un SOPRALLUOGO GRATUITO di un nostro tecnico specializzato

Oppure clicca qua e compila il form “Richiedi preventivo”.

E’ un servizio completamente gratuito e consentirà ai nostri tecnici di avere un quadro delle tue necessità e di individuare la soluzione migliore per te.
Sarai ricontattato senza impegno in meno di 12 ore!

Guarda i nostri LAVORI SU CORDA >>>

Potrebbe interessarti anche

LAVORA CON NOI Vuoi unirti al nostro team? SCOPRI LE POSIZIONI APERTE!

Hanno avuto fiducia in noi oltre 18.000 clienti