RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

importanza cappotto termico

Il cappotto termico è un elemento coprente che aiuta a proteggere l’edificio dal freddo durante l’inverno e dal caldo durante il periodo estivo, la cui peculiare funzione è la regolazione dello scambio termico tra esterni ed interni dell’abitazione. Affinché sia possibile garantire il massimo comfort abitativo, il cappotto deve isolare l’immobile attraverso la presenza di almeno uno strato termico sulle pareti esterne. L’applicazione deve essere il più possibile uniforme in modo da eliminare o comunque ridurre in modo sensibile la formazione di ponti termici, dunque degli spazi nei quali l’interscambio di temperatura non viene mitigato dalla copertura.

Cos’è il cappotto termico?

Il cappotto termico, in base alla valutazione fatta dal tecnico progettista incaricato dello studio, può essere installato sia esternamente che internamente all’abitazione.

  • Il Cappotto termico esterno consente di sfruttare le masse termiche inerziali derivanti dalle pareti in pietra o a mattoni, le quali, riscaldate durante la stagione invernale, permettono la restituzione graduale del tepore all’interno dell’abitazione.

L’isolamento a cappotto esterno è un tipo di applicazione diffusa, in particolare in piccoli edifici o in ville unifamiliari, ma è largamente usata anche per le facciate dei condomini. Il cappotto termico esterno ha notevoli vantaggi, come:

  • maggiore isolamento;
  • prevenzione di danni alle pareti esterne, come crepe o muffa;
  • riduzione dei ponti termici, cioè le zone fredde causate da discontinuità costruttive.

L’isolamento esterno può però risultare molto costoso per diversi motivi: ad esempio, se l’edificio è alto, ci saranno delle difficoltà nel posizionare i pannelli e questo lavoro potrà richiedere tempi più lunghi. Inoltre, è necessario un quantitativo di materiale maggiore per coprire le superfici esterne e quindi i costi risulteranno più alti rispetto al cappotto interno.

  • Il Cappotto termico interno, che funzionalmente non differisce molto rispetto a quello esterno, viene solitamente scelto nei casi in cui si debbano rispettare dei confini di proprietà o la geometria delle strutture.

Il cappotto termico interno consiste nel disporre i pannelli isolanti, di spessore ridotto rispetto a quelli esterni, sulle pareti interne delle abitazioni. Questa è una pratica molto usata all’interno di edifici urbani, in cui è difficile intervenire sulle pareti esterne o per la coibentazione del tetto. Rispetto al cappotto esterno, comporta diversi vantaggi come: prezzi minori e tempi di posa brevi.

Tuttavia, dal momento che i pannelli sono posizionati all’interno della tua casa, gli spazi ne risulteranno ridotti in volume e l’applicazione potrà essere difficoltosa in alcune zone, come dietro grandi armadi o in cucina.

Assodato che il comportamento energetico dell’immobile può dipendere da una vasta gamma di fattori, fra i quali ad esempio il tempo di esposizione al sole, eventuali schermature fisse o mobili, la dimensione delle superfici finestrate, la ventilazione delle stanze e le prestazioni degli infissi e dei serramenti, rimane compito del tecnico progettista valutare il peso di ciascuno di questi elementi sulla prestazione energetica finale, al fine di effettuare l’installazione del cappotto termico con i materiali idonei a supplire le mancanze termiche della struttura. Dopo aver stabilito quale sarà lo scheletro del progetto, lo stesso progettista potrà dedicarsi ad abbellirlo assieme al committente, magari optando per variare un serramento o per sostituirne il materiale isolante.

I Materiali utilizzati

I materiali per la realizzazione dei pannelli sono i più disparati: polistirene, poliuretano, sughero, fibra di legno, fibra di vetro, lana di roccia. I migliori sono il polistirene e il poliuretano in quanto più efficienti nell’opera di isolamento e capaci di determinare spessori più contenuti. La scelta del materiale, solitamente, si riduce ad una fra le seguenti tre opzioni:

  • Materiali di derivazione petrolifera, detti di sintesi;
  • Materiali di derivazione naturale, quali sugheri, canapa e fibre di legno;
  • Materiali di riciclo, come i pannelli in cellulosa.

Quanto costa il cappotto termico?

Il costo del cappotto termico è di base abbastanza alto. Ad incidere sul costo vi sono i materiali di cui sono realizzati i pannelli e l’approccio dell’impresa.

C’è da dire però, che data l’importanza che il cappotto termico assume, il legislatore ha predisposto alcune agevolazioni significative, tali da abbattere l’impegno economico dei committenti e quindi favorire il ricorso al cappotto stesso.

Come viene realizzato il cappotto termico?

L’isolamento a cappotto o cappotto termico è una pratica apparentemente semplice ma che può richiedere molto tempo a seconda delle superfici da coprire. La realizzazione del cappotto consiste nell’applicazione sulle pareti esterne degli edifici di appositi pannelli isolanti. I pannelli devono essere posizionati leggermente distanti fra di loro, come per le mattonelle, per poi essere uniti dalla schiuma espansa. In seguito, si proseguirà alla rasatura, al rivestimento e alla finitura che la proteggerà dalle intemperie.

Solitamente ogni cappotto termico arriva all’impresa edile installatrice corredato di un vero e proprio “manuale di posa”, il quale dovrà essere applicato correttamente dagli operai specializzati poiché saltare anche uno solo dei passaggi indicati provocherebbe la decadenza della garanzia del prodotto. Essendo la posa l’ultima fase del progetto, che è già stato studiato in precedenza in tutti i suoi dettagli, sarà fondamentale eseguirla nel migliore dei modi per riqualificare energeticamente l’edificio, permettendo ai condomini un risparmio economico ed energetico notevole rispetto al passato.

Progettazione ed installazione del cappotto termico, perché scegliere Ediliziacrobatica

Il primo punto di forza di Ediliziacrobatica risiede nella tecnica di lavoro su corda assicurata, nella quale i nostri operai sono specializzati. Questa particolare modalità di lavoro consente loro di portare a termine l’installazione di un cappotto termico più rapidamente ed economicamente rispetto ad una qualsiasi azienda edile poiché non necessitano dell’utilizzo di alcun ponteggio, piattaforma aerea o impalcatura per poter iniziare i lavori, né sono dunque necessarie l’installazione o il noleggio delle sovrastrutture. Affidarsi ad Ediliziacrobatica per l’installazione del cappotto termico della tua abitazione significa:

  1. Risparmio economico – Nessuna necessità di noleggio ponteggi, nessun montaggio del cantiere, tempi d’esecuzione del lavoro ridotti.
  2. Velocità e professionalità – La tecnica di lavoro su fune permette di velocizzare tutta l’esecuzione del lavoro di installazione del cappotto termico, un’operazione che verrà eseguita con estrema precisione e professionalità dai nostri addetti specializzati.
  3. Sicurezza del cantiere – L’assenza di sovrastrutture che circondano l’edificio scongiura totalmente il problema dei malintenzionati che – nottetempo, sfruttando i ponteggi – potrebbero introdursi più facilmente nelle abitazioni nelle quali si svolgono i lavori.

Contattaci al NUMERO VERDE 800. 300. 833 per valutare la fattibilità dell’intervento

Richiedi un SOPRALLUOGO GRATUITO di un nostro tecnico specializzato

Oppure clicca qua e compila il form “Richiedi preventivo”.

E’ un servizio completamente gratuito e consentirà ai nostri tecnici di avere un quadro delle tue necessità e di individuare la soluzione migliore per te.
Sarai ricontattato senza impegno in meno di 12 ore!

Guarda i nostri LAVORI SU CORDA >>>

Potrebbe interessarti anche

LAVORA CON NOI Vuoi unirti al nostro team? SCOPRI LE POSIZIONI APERTE!

Hanno avuto fiducia in noi oltre 18.000 clienti