Nel mese di Aprile dell’anno 2021 noi di EdiliziAcrobatica abbiamo avuto l’onore di poter intervenire su un edificio fondamentale per la cultura della città di Ivrea: il seminario minore

Che cos’è un seminario minore?

L’istituzione del seminario trae origine dalle fasi conclusive del Concilio di Trento, nel quale si decise che la chiesa cattolica doveva garantire ai candidati al presbiterato una maggiore formazione culturale e spirituale. Tuttavia, nonostante le basi per questa istituzione furono gettate nella seconda metà del 1500, la fondazione del primo seminario a livello mondiale avvenne solamente nel 1939. 

Le tipologie di seminario si suddividono in seminario minore e seminario maggiore.
Il seminario minore ospita i ragazzi che frequentano le scuole superiori; il seminario maggiore, invece, è l’istituzione dedicata alla formazione universitaria. 

Quindi un seminario, proprio come una scuola, è un luogo che giornalmente viene frequentato da diverse decine di persone, tra studenti e insegnanti. Proprio per questo motivo è essenziale che gli edifici che ospitano queste istituzioni siano sottoposti a frequenti manutenzioni, sia per una questione di decoro che, soprattutto, per tutelare la sicurezza degli individui che ogni giorno trascorrono il loro tempo all’interno di quelle mura. 

In questa storia di cantiere ti spiegheremo com’è avvenuto l’intervento sulla facciata del seminario minore di Ivrea, iniziando dalle attività preliminari. 

Le attività preliminari 

Dopo essere stati contattati dall’Amministrazione del Seminario Vescovile, noi di EdiliziAcrobatica, come da prassi, abbiamo inviato dei tecnici per un sopralluogo preventivo sull’edificio oggetto delle lavorazioni, in questo caso il Seminario Minore di Ivrea

Il sopralluogo pre intervento è una parte fondamentale del workflow di EdiliziAcrobatica. E’ solo grazie a questo strumento, infatti, che i nostri tecnici riescono a determinare il vero stato dell’edificio e, di conseguenza, a poter strutturare una proposta specifica, basata esclusivamente sulle vere necessità della committenza. 

Dal sopralluogo preventivo sull’edificio del Seminario Minore i tecnici di EdiliziAcrobatica hanno individuato la necessità di intervenire specificatamente sulle facciate dell’edificio con due interventi: 

  • il ripristino delle parti danneggiate; 
  • la tinteggiatura. 

Non appena terminato il sopralluogo gratuito i nostri tecnici hanno inviato i dati relativi allo stato dell’edificio ai nostri uffici, che hanno potuto stilare il preventivo da sottoporre all’Amministrazione del Seminario Vescovile di Ivrea.

Una volta approvato il preventivo, i nostri operai hanno potuto iniziare a strutturare la fase di intervento, grazie all’allestimento del cantiere. 

La fase di allestimento del cantiere 

L’allestimento del cantiere sull’edificio del Seminario Minore di Ivrea è avvenuto innanzitutto preparando gli armi necessari ai nostri operai acrobatici per poter intervenire sulla facciata senza ponteggi. 

Il punto di ancoraggio principale è stato individuato direttamente sul corpo della struttura. L’ancoraggio secondario, invece, è stato effettuato su un secondo corpo di fabbrica presente in copertura. 

Dopo aver preparato gli armi e gli ancoraggi i nostri operai hanno provveduto a preparare il cantiere sia in copertura che in piano strada.
Inoltre, per evitare la caduta a terra dei materiali di risulta, i nostri operai acrobatici hanno provveduto a installare una mantovana aerea, costituita da tubi di alluminio e un doppio sacco in pvc. 

Una volta terminato di allestire il cantiere i nostri operai hanno potuto procedere l’intervento  vero e proprio sulla facciata. 

L’intervento sulle facciate del Seminario Minore

Durante la prima fase dell’intervento sulle facciate dei Seminario Minore di Ivrea i nostri operai acrobatici hanno provveduto a controllare la stabilità delle porzioni di facciata a rischio, verificandola attraverso la tecnica della picchettatura e demolendo le parti pericolanti. 

Dopo aver terminato di rimuovere le porzioni non recuperabili, è cominciato il ripristino di tutte le parti ammalorate che è avvenuto tramite l’applicazione di malta pre-miscelata tissotropica, con passivante per i ferri.

Una volta terminato di applicare la malta per poter rendere nuovamente la parete liscia e pronta alla successiva fase di tinteggiatura, i nostri operai hanno provveduto ad applicare un rasante.

Solamente dopo aver terminato il processo di rasatura i nostri operai hanno potuto procedere con la stesura a pennello del fondo su facciate, cornicioni, frontalini e sottobalcoli. 

La fase di tinteggiatura delle facciate è avvenuta utilizzando un prodotto Kerakover Eco Quarzite, e il colore è stato scelto dalla committenza.
Oltre alla tinteggiatura, in questa fase, i nostri operai hanno provveduto a posizionare copertine in rame su sporti, finestre e cornicioni. 

Una volta terminate le lavorazioni noi di EdiliziAcrobatica ci siamo occupati di smaltire i materiali di risulta presso punti specifici. 

Un intervento portato a termine senza ponteggi, velocemente e soprattutto senza stress. 

Perchè contattare EdiliziAcrobatica per ripristinare o tinteggiare una facciata? 

Scegliere di rivolgersi a EdiliziAcrobatica per gli interventi su facciata è significa scegliere un intervento professionale, economico e soprattutto vantaggioso, grazie al nostro innovativo metodo di lavoro: la tecnica su fune. 

E’ proprio grazie alla tecnica su fune che i nostri operai potranno intervenire sul tuo immobile senza utilizzare ponteggi, ma semplicemente ancorandosi al loro sistema brevettato di doppie corde di sicurezza. 

Vuoi sapere di più?
Clicca qui per scoprire tutto sulla tecnica su fune oppure contattaci direttamente e richiedici il tuo preventivo gratuito.

EdiliziAcrobatica, le soluzioni arrivano dall’alto. 

Potrebbe interessarti anche

LAVORA CON NOI Vuoi unirti al nostro team? SCOPRI LE POSIZIONI APERTE!

Hanno avuto fiducia in noi oltre 18.000 clienti