Nel 2021 noi di EdiliziAcrobatica abbiamo avuto l’onore di poter intervenire sulla copertura del Duomo di Orvieto rifacendone l’impermeabilizzazione, intervenendo sul sistema di gronde, e contribuendo a proteggere le opere di inestimabile valore custodite al suo interno.

Il duomo di Orvieto, infatti, non è semplicemente una cattedrale, ma uno dei vertici più alti dell’arte Rinascimentale.  All’interno del duomo di Orvieto, nello specifico nella cappella di San Brizio, sono custoditi gli affreschi di Luca signorelli
In questa storia di cantiere ti faremo entrare nel nostro lavoro, portandoti con noi nei cieli di Orvieto.

Vuoi saperne di più?
Rimani con noi e scopri il nostro intervento.

Le attività preliminari

Come da nostra abitudine la prima fase dell’intervento è stata il sopralluogo gratuito

Il sopralluogo gratuito è quello strumento di indagine che permette ai nostri tecnici e muratori acrobatici di stabilire quali siano gli interventi da portare a termine, e soprattutto le modalità di svolgimento e i materiali da utilizzare. 

Nel caso dell’intervento sul Duomo di Orvieto l’iter lavorativo è stato leggermente diverso perchè il sopralluogo non è servito a stabilire gli interventi da compiere, ma semplicemente a valutare la fattibilità delle indicazioni che ci erano state fornite dalla Soprintendenza. 

Una volta ispezionata l’area, e verificata la fattibilità dei progetti proposti dalla Soprintendenza,  i nostri tecnici hanno potuto procedere con l’allestimento e l’installazione del cantiere

L’allestimento del cantiere sul Duomo di Orvieto 

La fase di allestimento del cantiere al Duomo di Orvieto è avvenuta seguendo diversi step.

Per prima cosa i nostri operai hanno delimitato le aree sottostanti a quella di intervento, per migliorare le condizioni di sicurezza posizionando orsogrill e tunnel pedonali che potessero proteggere chiunque si trovasse a passare nelle vicinanze nell’edificio durante l’intervento vero e proprio. 

Il secondo step è stato delimitare l’area di stoccaggio dei materiali.

Nel caso specifico del Duomo di Orvieto, si è reso necessario installare un castelletto di tiro, o ascensore da cantiere, per trasportare il materiale e gli operai. 

Nella fase di allestimento del cantiere, inoltre,  sono stati predisposti anche gli armi necessari ad effettuare tutte l’intervento senza l’utilizzo di ponteggi.
In questo caso specifico i nostri operai non hanno dovuto installare sistemi di ancoraggio provvisori, perchè erano già presenti delle linee vita sulla copertura del Duomo. 

Gli interventi di impermeabilizzazione della copertura sul Duomo di Orvieto 

Porzioni perimetrali 

Il primo intervento di impermeabilizzazione che abbiamo effettuato è stato quello sulle porzioni perimetrali della copertura copertura del Duomo. 

In questa fase era necessario rigenerare la gli strati di guaina impermeabile deteriorati che rischiavano di consentire all’acqua di entrare attraverso la copertura. 

Per rigenerare la guaina i nostri muratori acrobatici hanno agito in 5 fasi ben specifiche: 

  • La prima fase: rimozione delle prime file di coppi /  tegole.
    Per ripristinare lo strato impermeabile deteriorato  si è reso necessario rimuovere le prime file di coppi /  tegole, in modo da poter raggiungere nel miglior modo possibile il punto di intervento.
  • La seconda fase: pulizia del piano di intervento
    La pulizia del piano di intervento è fondamentale, soprattutto quando si deve procedere con un ripristino. I rimasugli di polvere e i piccoli residui, infatti,  rischiano di vanificare completamente tutto l’intervento di ripristino.
  • La terza fase: rigenerazione del manto di guaina esistente
    Una volta pulito lo spazio di intervento i nostri muratori hanno rigenerato la guaina esistente. Questo passaggio serve a uniformare la superficie e a prepararla per il nuovo strato di guaina.
  • La quarta fase: fornitura e posa di una nuova guaina
    Il momento centrale dell’intervento è stato la posa in opera della nuova guaina.
    Nel caso del Duomo di Orvieto sono stati applicati 4mm di guaina bituminosa con finitura a scaglie di ardesia. Questa guaina è stata trattata con il processo di sabbiatura a caldo ponendo particolare attenzione alla sovrapposizione con il rivestimento in piombo.
    Questo trattamento è stato utilizzato per adeguarsi geometricamente e funzionalmente alla sezione del canale di raccolta delle acque meteoriche.
  • La quinta fase: riposizionamento delle prime file di coppi / tegole
    Nell’ultima fase dell’intervento di impermeabilizzazione della copertura i nostri operai hanno riposizionato le tegole / coppi, fissandoli tramite un’apposita schiuma. 

Connessioni tra transetto e navate / navate e facciata. 

L’intervento di impermeabilizzazione tra le connessioni tra transetto navate e facciata si è svolto seguendo le stesse cinque fasi dell’impermeabilizzazione delle porzioni perimetrali della copertura. 

Alla fine di entrambe gli interventi di impermeabilizzazione  EdiliziAcrobatica si è occupata dello smaltimento dei materiali di risulta presso le pubbliche discariche autorizzate

Ma non il nostro viaggio nei cieli di Orvieto non è finito qui. I nostri operai, infatti, non si sono occupati solamente dell’impermeabilizzazione della copertura, ma sono intervenuti anche sulle grondaie del Duomo. 

L’intervento sulle grondaie del Duomo di Orvieto 

L’intervento sulle grondaie del Duomo di Orvieto si è svolto secondo tre modalità:  la pulizia dei canali di gronda, il ripristino delle fessurazioni presenti nei rivestimenti esistenti e la videoispezione dei discendenti e dei pozzetti. 

  1. La pulizia delle gronde
    L’intervento di pulizia delle gronde sul Duomo di Orvieto si è svolto interamente senza l’utilizzo dei ponteggi.
    I nostri operai, ancorati alle loro doppie funi di sicurezza, hanno raggiunto le gronde e hanno potuto procedere con la pulizia.
  2. Ripristino delle fessurazioni
    L’intervento di pulizia ha reso evidenti delle piccole fessurazioni nei rivestimenti in piombo dei canali di raccolta che i nostri operai hanno prontamente provveduto a sigillare utilizzando del mastice poliuretanico, prodotto in grado di aderire alle lastre deteriorate e ossidate.
    Per una maggiore efficacia è stato previsto l’utilizzo di giunti di dilatazione delle bombature in corrispondenza dei tratti i inversione di pendenza.
  3. La videoispezione dei discendenti e dei pozzetti

L’ultima fase di intervento sulle grondaie per il Duomo di Orvieto è stata la videoispezione dei discendenti, dei pozzetti e delle acque meteoriche. Questo intervento è fondamentale per verificare lo stato di tutte le parti controllate e per individuare eventuali fessurazioni da sigillare. 

Perchè EdiliziAcrobatica è la soluzione migliore per gli interventi sugli edifici di importanza storica?

Noi di EdiliziAcrobatica siamo la soluzione migliore per gli interventi sugli edifici di importanza storica. 

La totale assenza di ponteggi o di piattaforme ci permette di intervenire anche sugli edifici storici garantendo: 

  • professionalità;
  • tempi d’intervento ridotti; 
  • il completamento delle operazioni senza la necessità di dover utilizzare ponteggi; 
  • costi competitivi.

Scopri tutti i nostri servizi cliccando qui e richiedici il tuo preventivo gratuito. 

EdiliziAcrobatica, le soluzioni arrivano dall’alto. 

Potrebbe interessarti anche

LAVORA CON NOI Vuoi unirti al nostro team? Invia il tuo CV

Hanno avuto fiducia in noi oltre 18.000 clienti