Spese di ristrutturazione: qual è la corretta ripartizione per la grondaia condominiale? È una domanda meno banale di quanto possa sembrare. In primis, perché la questione delle spese accende spesso gli animi dei condomini, in secondo luogo perché tale intervento pone in essere casi specifici che, almeno in linea teorica, determinano alcuni interrogativi e rendono meno scontata la risposta.

Ne parliamo in questo articolo, offrendo una panoramica dell’intervento e, soprattutto, delle regole che disciplinano la ripartizione delle spese della grondaia condominiale.

Grondaia, elemento delicato

La grondaia è un elemento fondamentale per rendere vivibile un qualsiasi edificio. Il suo scopo, come di dominio comune, è convogliare l’acqua piovana dalla sommità dell’edificio a terra. È un modo per proteggere gli altri elementi dell’edificio, i quali sono per natura più suscettibili agli agenti atmosferici.

Tuttavia, anche la grondaia è in qualche modo suscettibile. Lo è in caso di fenomeni atmosferici estremi, ma lo è soprattutto a causa del normale trascorrere del tempo. Le grondaie vanno incontro a usura e, se consideriamo anche la tendenza all’accumulo di detriti, la possibilità che si danneggi è tutt’altro che teorica.

Una grondaia rotta, o anche solo danneggiata, genera fastidi. Di più, rischia di compromettere la qualità dell’esperienza abitativa, in primis per chi vive “immediatamente sotto”, secondariamente per tutti gli altri condomini.

Certo, un danno non vale l’altro, e alcuni sono più limitanti di altri, ma non c’è dubbio: se la grondaia presenta qualche problema, questo va risolto. Il problema, come sempre accade in questi casi, ruota attorno alle decisioni assembleari e alla ripartizione delle spese.

La ripartizione della grondaia condominiale

Alcuni interventi sono difficili da decifrare. A volte, vi è realmente il dubbio su chi debba pagare e in che misura. Spesso, gli interrogativi sono giustificati. La riparazione della grondaia, a primo acchito, non dovrebbe appartenere a questa categoria. D’altronde, si tratta di un elemento architettonico che serve il condominio nel suo complesso. Inoltre, la grondaia grava sul lastrico solare, che è in genere uno spazio comune. Logica vuole che la spesa sia condivisa, ovviamente in base ai millesimi di proprietà.

Tuttavia, nel corso degli ultimi anni sono emerse eccezioni, così particolari e dirimenti da entrare nella giurisprudenza e fare scuola. Per esempio, cosa accade se tutti gli spazi adiacenti alla grondaia sono di proprietà di un solo individuo? Ovvero se un individuo non è semplicemente proprietario dell’ultimo piano ma anche proprietario esclusivo del lastrico solare? In questo, sembra proprio che la grondaia sia “affar suo”. A rispondere è stata la Cassazione, con una sentenza tutto sommato recente, la n. 27154 del 22 dicembre 2014. L’organo ha deliberato che la grondaia deve essere sempre considerata un elemento comune, prediligendo dunque il criterio funzionale a quello della proprietà.

Dunque, la ripartizione della grondaia condominiale segue quello di qualsiasi altro elemento comune. Data la delibera dell’assemblea, tutti i condomini devono partecipare secondo i millesimi di proprietà.

Proprio la questione della decisione assembleare merita una precisazione. Con quale maggioranza è possibile deliberare la riparazione della grondaia? Ebbene, in questo caso si parla di manutenzione, dunque la maggioranza corrisponde alla metà più uno. Sia chiaro, non dei condomini bensì dei millesimi di proprietà.

Anche in questi casi i dubbi sono giustificati, dal momento che alcuni lavori che tecnicamente appartengono alla categoria “manutenzione” in realtà vengono considerati come “di notevole entità economica”, dunque necessitano la maggioranza di due terzi. Pensiamo, per esempio, al rifacimento della facciata. Alla riparazione della grondaia, tuttavia, almeno secondo la giurisprudenza corrente, non viene assegnata la qualifica “pesante”.

Perché scegliere EdiliziAcrobatica

Che la riparazione della grondaia sia un intervento semplice, tanto dal punto di vista tecnico che dal punto di vista “condominiale”, non significa che sia un gioco da ragazzi. Ovvero, non implica che possa essere considerata una passeggiata. Non lo è economicamente, e nemmeno in termini di comfort, di qualità dell’esperienza abitativa. Il motivo è semplice: essendo posta a grande altezza, la riparazione della grondaia richiede spesso e volentieri un ponteggio, un impalcatura. Ciò, a sua volta, significa rumore, inquinamento visivo etc. Sentire i passi degli operatori sulle tavole non è il massimo, analogamente è sgradevole aprire la finestra o affacciarsi al balcone, e vedere una selva di legno e acciaio al posto del consueto panorama.

Per fortuna, non stiamo parlando di una condanna, di una eventualità che si avvera sempre e comunque. C’è una possibilità, per i condomini che devono gestire la riparazione della grondaia, di evitare tutti questi fastidi: affidarsi a EdiliziAcrobatica.

Noi di EdiliziAcrobatica siamo esperti del lavoro su corda, dunque abbiamo detto addio per sempre ai ponteggi e alle impalcature. Operiamo in altezza, garantendo sicurezza per i nostri operatori e il massimo comfort per i committenti.

Il lavoro su corda, e la rinuncia ai ponteggi e alle impalcatura, ci permette inoltre di depennare un’importante voce di spesa. A sua volta, ciò ci consente di proporre prezzi più bassi della media. Dunque, risparmio e comodità per tutti gli interventi in altezza, anche per la riparazione della gronda. Un vantaggio non da poco, sia in termini economici ma anche di “serenità”: con prezzi così bassi, è improbabile che in sede assembleare emergano screzi e opposizioni.

 

Dunque, cosa aspettate? Contattateci per ricevere un preventivo circa questo e altri interventi.

Contattaci al NUMERO VERDE 800. 300. 833 per valutare la fattibilità dell’intervento

Richiedi un SOPRALLUOGO GRATUITO di un nostro tecnico specializzato

Oppure clicca qua e compila il form “Richiedi preventivo”.

E’ un servizio completamente gratuito e consentirà ai nostri tecnici di avere un quadro delle tue necessità e di individuare la soluzione migliore per te.
Sarai ricontattato senza impegno in meno di 12 ore!

Potrebbe interessarti anche

LAVORA CON NOI Vuoi unirti al nostro team? Invia il tuo CV

Hanno avuto fiducia in noi oltre 18.000 clienti