Pulizia del tetto e manutenzione ordinaria, perchè rivolgersi a degli specialisti?

La pulizia del tetto e la manutenzione ordinaria del medesimo sono due attività irrinunciabili ma, al contempo, oggetto di pregiudizi.

Per esempio, quello secondo cui siano attività in linea di massima alla portata di tutti, ascrivibili al normale fai da te. In realtà, agire in proprio è una pessima scelta nella quasi totalità dei casi. Qui spieghiamo il perché e offriamo qualche dritta sulla gestione del tetto, in termini di semplice pulizia e di manutenzione ordinaria.

 

Pulizia del tetto e manutenzione ordinaria: attività irrinunciabili

Prima di tutto è bene rispondere alla domanda: perché procedere con la pulizia del tetto e manutenzione ordinaria? D’altronde, il tetto non di solito non è zona adibita alla frequentazione, soprattutto quando è composto dai classici coppi e tegole (meno quando vi è un lastrico solare).

In realtà, pulire e manutenere il tetto sono due attività che non solo meritano attenzione, ma che vanno effettuate con una certa regolarità. In primis, per una questione di decoro. Certo, il lastrico solare non è visibile dalla strada, ma è comunque un peccato, oltre che degradante, farne uso quando è sporco o malandato.

Quando invece il tetto è classico, ovvero composto da coppi e tegole, buona parte di esso è visibile dalla strada, dunque incide sul profilo dell’edificio. Ciò risulta un problema sempre e comunque, ma soprattutto quando si ha l’intenzione di vendere o affittare un appartamento: la mancanza di decoro incide sui prezzi.

L’altro motivo, forse più importante, è che sia la pulizia che la manutenzione ordinaria prevengono l’usura del tetto. Certo, non stiamo parlando di un processo rapido. Di un processo inevitabile, però, assolutamente sì. Un tetto “non funzionante”, ovvero con alcune tegole rotte, in primis ostacola la defluizione dell’acqua, e in secondo luogo rappresenta uno schermo insufficiente rispetto agli agenti atmosferici, con tutto ciò che ne consegue per l’esperienza abitativa.

Senza considerare le grondaie, che comunque fanno parte del complesso strutturale di un tetto. Le grondaie sporche hanno una probabilità maggiore di andare incontro a ostruzione, e l’ostruzione è il primo passo verso una rottura. Riparare una grondaia è costoso, molto più che pulirla e manutenerla con regolarità.

Dunque, il consiglio è uno: effettuare una pulizia del tetto e una manutenzione ordinaria il più possibile regolari.

Perché il fai da te è una pessima scelta

Come già accennato, il primo pensiero corre al fai da te. Queste attività sono percepite come semplici, addirittura banali, alla portata dell’inquilino/proprietario medio. Ma è davvero così? In realtà no. A meno che, ovviamente, non si posseggano competenze specifiche a riguardo. Ecco quattro motivi per rinunciare al fai da te.

  • E’ pericoloso. In ogni caso, si parla di altezze considerevoli. Anche quando l’abitazione è indipendente, e magari ha un solo piano fuori terra, il tetto è posto almeno a quattro metri dal solo. Una caduta può risultare fatale. Il pericolo è maggiore, ovviamente, quando il tetto è classico, ovvero realizzato con coppi e tegole. Il piano del tetto, nella fattispecie, è inclinato. La questione riguarda con ancora assoluta urgenza la gronda, che è addirittura esposta rispetto al profilo dell’edificio.
  • Servono più competenze di quanto si possa immaginare. Si fa presto a dire “pulizia”. In realtà, pulire il tetto, e in particolare quello con i coppi e con le tegole, è un’attività ben diversa rispetto alla pulizia di una qualsiasi altra superficie. Non fosse altro per le tante irregolarità che caratterizzano i tetti di questo tipo. Il rischio, nella migliore delle ipotesi, è di fare un pessimo lavoro.
  • Sono spesso necessari strumenti ad hoc. Pulire con scopa e paletta, nonché con detergente e secchi può essere utile in caso di lastrico solare. Inizia a essere insufficiente in presenza di coppi e tegole. Molto spesso è necessario impiegare dispositivi specifici, come l’idropulitrice. Ebbene, i costi per l’acquisto di dispositivi per la pulizia profonda sono spesso elevati. Ecco che… Il gioco inizia a non valere la candela.
  • E’ comunque faticoso. Anche ammesso che si sia in possesso delle competenze e degli strumenti necessari, la pulizia del tetto – e ancora di più la sua manutenzione – rimangono attività faticose. Potrebbe non valere la pena di procedere con il fai da te, di “vedersela” in prima persona.

A chi rivolgersi

Il consiglio, dunque, è di rivolgersi a un’impresa specializzata. In genere, non si tratta di imprese di pulizia propriamente dette, in quanto esse gestiscono principalmente gli spazi deputati alla frequentazione da parte delle persone.

Nella stragrande maggioranza, si tratta di imprese edili. Ciò la dice lunga sulle specializzazione dell’attività, e sul suo grado di complessità (altro che fai da te).

Per chi optare? Fuori c’è l’imbarazzo della scelta ma l’impresa migliore, in questo come in tanti altri casi, è EdiliziAcrobatica.

Il motivo per scegliere noi di EdiliziAcrobatica è semplice: siamo esperti… Di altezze. Lavoriamo su corda, in sospensione, dunque i piani alti sono il nostro pane quotidiano. Siamo rapidi ed efficienti. Siamo anche “poco costosi” e silenziosi, vista il nostro approccio alle attrezzature, che è quanto di più snello si possa immaginare (non utilizziamo alcun ponteggio).

Dunque, se il tuo tetto necessita di una bella pulita o di semplice manutenzione ordinaria non ti resta che contattarci!

Contattaci al NUMERO VERDE 800. 300. 833 per valutare la fattibilità dell’intervento

Richiedi un SOPRALLUOGO GRATUITO di un nostro tecnico specializzato

Oppure clicca qua e compila il form “Richiedi preventivo”.

E’ un servizio completamente gratuito e consentirà ai nostri tecnici di avere un quadro delle tue necessità e di individuare la soluzione migliore per te.
Sarai ricontattato senza impegno in meno di 12 ore!

Potrebbe interessarti anche

LAVORA CON NOI Vuoi unirti al nostro team? Invia il tuo CV

Hanno avuto fiducia in noi oltre 18.000 clienti