La guida completa alla messa in sicurezza di un edificio pericolante

La messa in sicurezza di un edificio pericolante è un intervento che, come facilmente intuibile, ricopre i caratteri della massima urgenza. E’ allo stesso tempo un intervento complesso, sia perché impone una rapidità estranea a qualsiasi altra attività edilizia, sia perché si poggia su un iter diagnostico dettagliato.

Ne parliamo in questo articolo, fornendo una panoramica delle azioni che vanno intraprese per la messa in sicurezza di un edificio pericolante e offrendo un consiglio per fruire di un intervento il più possibile tempestivo.

Una definizione di edificio pericolante

Il concetto di edificio pericolante appartiene alla lingua italiana, più che alla disciplina edile. I due significati, però, pur sovrapponendosi, non sono identici. Nell’immaginario è pericolante un edificio che è sul punto di crollare, o che ha ottime probabilità di farlo nel breve periodo. Insomma, è una costruzione instabile, che potrebbe cadere rovinosamente dal un momento all’altro.

Nell’edilizia il termine “pericolante” è associato non solo alle situazioni appena menzionate, ma ai casi in cui determinate parti minacciano il crollo. Dunque, anche quando si registra una caduta o un aumentato rischia di caduta di cornicioni, grondaie, persino pesanti pezzi di intonaco.

In ogni caso, il termine è legato al concetto di sicurezza. L’edificio pericolante, a prescindere da come lo si voglia intendere, è un pericolo per la sicurezza di chi ci abita e di chi sosta o attraversa la zona immediatamente prospiciente.

Perché un edificio è pericolante? Le cause sono essenzialmente tre.

Cattiva progettazione o esecuzione. Viste le norme vigente (sempre più severe) e la virtuale impossibilità di commettere grandi abusi senza essere scoperti, è raro che un edificio sia pericolante fin dalle prime battute, perché è stato progettato o costruito male. Tuttavia, può capitare.

Usura del tempo. Edifici molto vecchi, costruiti con regole obsolete, mai o raramente manutenuti, possono acquisire la condizione di strutture pericolanti. Il peggioramento delle condizioni, va detto, segue un andamento esponenziale, dunque molto in fretta si attraversa il punto di non ritorno

Evento sismico. Un edificio costruito bene o relativamente bene, può diventare pericolante in pochi secondi a causa di un terremoto, ovvero con vari gradi di severità. Gli esempi in Italia – zona sismica per eccellenza – purtroppo non mancano.

 

Quali interventi per la messa in sicurezza di un edificio

Come reagire di fronte a un edificio pericolante? Ebbene, è necessario adottare specifici interventi. E specifici lo sono per davvero, nel senso che procedono da un’attenta analisi delle condizioni della costruzione, eseguita con approccio clinico e strumentale. Anche perché ogni edificio è pericolante in modo diverso. Il problema potrebbe riguardare uno o più pilastri, una o più travi, il solaio piuttosto che i balconi. Ad ogni modo, ecco i “macro-interventi” che vengono più frequentemente realizzati nell’ambito della messa in sicurezza di un edificio pericolante.

Incamiciatura pilastri. E’ uno degli interventi più importanti, anche perché riguarda ciò che è spesso l’origine dell’instabilità di un edificio: il pilastro. La soluzione consiste nell’aggiunta di un’armatura metallica attorno al pilastro, seguito da un getto di calcestruzzo.

Consolidamento fondazioni. E’ un intervento complesso, ma di fondamentale importanza, soprattutto se il problema non riguarda solo l’edificio ma anche il suolo su cui poggia. Il consolidamento avviene per mezzo dell’applicazione di speciali resine o, come avviene nella maggior parte dei casi, con l’installazione di micropali.

Installazione dei connettori. Si tratta di inserire una sorta di graffetta tra il muro e il solaio, in modo che il secondo non scivoli longitudinalmente sul primo. Un’eventualità, questa, che si verifica durante gli eventi sismici o anche a causa di un evento già avvenuto.

Rimozione degli elementi pericolanti. Gli elementi pericolanti, ovvero le parti di edificio non necessariamente strutturali che possono andare incontro a caduta, sono numerosi. L’esempio più emblematico è dato dai frontalini, che possono “liberarsi” dalla muratura e crollare per terra, rischiando di causare danni incalcolabili. La stessa fine, però, può riguardare l’intonaco se non addirittura balconi interi. La soluzione più rapida copre i primi due casi. In questo caso, si procede con un vero e proprio “raschiamento” della finitura.

L’importanza del pronto intervento edile

Quando ci si accorge che un’abitazione è pericolante, o quando lo diventa all’improvviso (es. in caso di terremoto) come si dovrebbe agire? Ebbene, seguire le procedura standard in questo caso potrebbe essere problematico. D’altronde, stiamo parlando della messa in sicurezza di un edificio pericolante.

E’ bene quindi risparmiare del tempo prezioso e fruire del servizio di pronto intervento edile. Tale servizio prevede un intervento tempestivo, a partire dalla diagnostica, per proseguire poi con l’esecuzione dei lavori vera e propria. Non tutte le imprese edili mettono a disposizione questo servizio e non tutte sono in grado di organizzare un pronto intervento che sia allo stesso tempo rapido e risolutivo.

EdiliziAcrobatica è specializzata anche nel pronto intervento edile. Il pronto intervento EdiliziAcrobatica si caratterizza per due aspetti. In primis, la messa a disposizione repentina delle maestranza: il sopralluogo avviene nell’immediato.

Secondariamente, l’effettiva rapidità degli interventi, valorizzata dal metodo di lavoro innovativo, che prevede la rinuncia alle impalcature – che richiede tempo per essere installata – e l’uso di un complicato ma agevole sistema di funi.

Insomma, il pronto intervento EdiliziAcrobatica è quanto di meglio ci si può aspettare, in queste situazioni.

Dunque, se necessiti della messa in sicurezza di un edificio pericolante, contattaci!

Contattaci al NUMERO VERDE 800. 300. 833 per valutare la fattibilità dell’intervento

Richiedi un SOPRALLUOGO GRATUITO di un nostro tecnico specializzato

Oppure clicca qua e compila il form “Richiedi preventivo”.

E’ un servizio completamente gratuito e consentirà ai nostri tecnici di avere un quadro delle tue necessità e di individuare la soluzione migliore per te.
Sarai ricontattato senza impegno in meno di 12 ore!

Potrebbe interessarti anche

LAVORA CON NOI Vuoi unirti al nostro team? Invia il tuo CV

Hanno avuto fiducia in noi oltre 18.000 clienti