RICHIEDI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO

RICHIEDI SUBITO UN PREVENTIVO GRATUITO

Quanto costa il cappotto termico? Guida ai Costi di EdiliziAcrobatica
costi del cappotto termico

Con l’isolamento termico delle pareti riduci le bollette e aumenti il comfort nella tua abitazione. Il costo del cappotto termico per le pareti di casa è influenzato da diversi fattori. La superficie da ricoprire, i materiali utilizzati e il noleggio dei ponteggi sono soltanto alcuni degli elementi che incidono sul prezzo finale del lavoro, ma il modo per risparmiare, senza rinunciare alla qualità, esiste grazie a EdiliziAcrobatica®.

Il cappotto termico, almeno nella sua variante “esterna” è un rivestimento che copre i muri degli edifici in modo da aumentare radicalmente il grado di isolamento termico. Tale copertura si ottiene attraverso l’installazione di pannelli realizzati con materiali naturalmente isolanti.

In tal modo, si riducono le dispersioni di calore e gli scambi interno-esterno. La conseguenza più immediata e intuibile è la riduzione dell’energia necessaria a mantenere i locali a temperatura. Tutto ciò porta a una drastica riduzione della spesa per le utenze energetiche.

Anche solo alla luce di queste poche informazioni, si intuisce come il problema dei costi sia relativo. Quale che sia il prezzo, prima o poi questo verrà recuperato grazie al risparmio in bolletta. Ma, come già specificato, il cappotto termico costa meno di quanto si possa pensare e a disposizione vi sono ricche agevolazioni fiscali. Senza contare il fatto che un immobile “corredato” di cappotto termico aumenta il suo valore economico. Una notizia che certamente farà piacere a chi pensa di vendere casa nel prossimo futuro, o a chi pensa di affittarla.

Quanto costa il cappotto termico?

Una domanda che si pongono in tanti, o almeno coloro che intravedono in questo intervento un’occasione per migliorare le performance energetiche dell’abitazione e più in generale l’esperienza abitativa. Del resto, l’installazione del cappotto termico è un intervento se non proprio invasivo, comunque esteso. E’ ovvio che emergano dubbi e timori circa la sostenibilità dell’intervento stesso.

Ebbene, vi sono almeno un paio di buone notizie. In primo luogo, l’installazione del cappotto termico non costa poi così tanto. Secondariamente, l’intervento è ben coperto dalle agevolazioni fiscali. Anzi, straordinariamente coperto.

I materiali

Il costo del cappotto termico dipende in primis dal materiale impiegato per la realizzazione dei pannelli. Ecco le soluzioni a disposizione.

  • Polistirene espanso. E’ uno dei materiali che garantisce il miglior rapporto qualità prezzo. Il grado di isolamento è molto buono, i costi di produzione tutto sommato contenuti e, di conseguenza, anche i prezzi per il consumatore finale.
  • Lana di roccia. Il grado di isolamento è ottimo ma non eccellente. In più, garantisce anche isolamento acustico e protezione dal fuoco. Ha un costo medio-alto rispetto gli altri materiali.
  • Fibra di legno. Le prestazioni sono simili a quelle della lana di roccia, e lo stesso si può dire dei prezzi. La protezione dal fuoco, però, è nulla.
  • PIR. Ufficialmente noto come poliisocianurato, è uno dei materiali con le prestazioni più elevate. Anche il prezzo si pone nei percentili più elevati. D’altronde, ha il vantaggio di “funzionare” anche con spessori minori.
  • Sughero. E’ una scelta green ma le prestazioni sono medie. Ciononostante, il costo non è tra i più bassi.

La messa in posa

Vantaggi e costo del cappotto termico esterno rispetto a quello interno
L’isolamento a cappotto esterno è realizzato con pannelli in materiale sintetico installati sulla parete esterna, con uno spessore variabile dai 5 ai 10 centimetri. La tipologia da utilizzare dipende dalle condizioni iniziali dell’abitazione e dalle superfici da isolare. I pannelli sono incollati con materiali adesivi o con tasselli. Durante la posa in opera, occorre prestare particolare attenzione alla presenza di cornicioni, davanzali e grondaie, in modo che ogni zona sia perfettamente ricoperta.

Il costo del cappotto termico esterno è maggiore rispetto a quello interno, tuttavia tale intervento è scelto più frequentemente per le sue peculiarità e perché non comporta disagi ai residenti che non devono lasciare la casa durante i lavori. Un altro svantaggio dell’applicazione di pannelli isolanti all’interno è che, con questo sistema, si genera una controparete che, oltre a portare una diminuzione di qualche centimetro della superficie calpestabile, può provocare la necessità di ripristinare interruttori, radiatori e prese di corrente.

La nostra tecnica di lavoro su funi permette di applicare il cappotto termico esterno eliminando i ponteggi e tutti i disagi associati ad essi, quindi, chi vive nell’edificio continuerà ad accedervi liberamente, ad aprire le finestre e ad uscire sui balconi, senza il timore di subire furti in casa durante i lavori. Eliminare i ponteggi, inoltre, ci permette di offrire ai nostri clienti un costo del cappotto termico al mq più basso rispetto a quello proposto dalle ditte che devono noleggiare strutture per il sollevamento del personale addetto ai lavori.

Le detrazioni e i bonus disponibili

Con la metodologia di lavoro su fune è, possibile ridurre il costo del cappotto termico al mq. Da considerare, anche che la posa in opera di un cappotto termico rientra tra gli interventi che consentono di usufruire delle detrazioni fiscali: rivolgendoti ai nostri tecnici potrai avere tutte le informazioni per accedere facilmente alle agevolazioni.
Tieni presente, infine, che con l’isolamento delle pareti avrai notevoli vantaggi economici, perché potrai controllare meglio la temperatura interna e questo ti permetterà di riscaldare velocemente la casa e, di conseguenza, di avere bollette meno care e un migliore comfort abitativo. Ma non è finita qui…

Il legislatore sta spingendo gli interventi che garantiscono una riduzione delle emissioni e quindi l’efficientamento energetico degli edifici. Le agevolazioni messe in campo da qualche anno a questa parte sono incisive, in alcuni casi molto incisive.

I meccanismi delle agevolazioni sono sempre gli stessi. Il committente paga e in seguito recupera una parte di quanto speso detraendolo dall’IRPEF anno dopo anno. La differenza tra le agevolazioni risiede nella percentuale di spesa che può essere portata a detrazione e nel numero di anni necessari a recuperare quanto dovuto.

Ecco una panoramica delle agevolazioni non esaustiva ma che rende comunque l’idea (l’argomento è “enciclopedico” e non basterebbe un manuale intero).

Agevolazione per le ristrutturazioni edilizie. E’ riservata agli interventi di ristrutturazione in generale. La detrazione è “solo” del 50%. Sono necessari dieci anni per recuperare la spesa.

Ecobonus. E’ un’agevolazione piuttosto conveniente in quanto consente di recuperare il 65%. E’ riservato agli interventi che in concreto migliorano le prestazioni energetiche dell’edificio. Anche in questo caso, sono necessari dieci anni per portare a detrazione quanto dovuto.

Superbonus 110. E’ l’agevolazione più conveniente in assoluto, in quanto consente di detrarre ben il 110% della spesa. In più, la detrazione avviene in cinque anni anziché dieci. I requisiti sono stringenti. Infatti, per accedere all’agevolazione è necessario come minimo eseguire un lavoro “trainante”, a cui aggiungerne eventualmente altri. I lavori trainanti sono giusto un paio, ma tra questi per fortuna spicca proprio il cappotto termico.

Ma le buone notizie non sono finite qui. Infatti, in alcuni casi (e solo se l’impresa edile, una banca o ente terzo sono d’accordo) è possibile cedere il credito di imposta e ottenere uno sconto in fattura di pari entità. In questo modo il recupero si trasforma in risparmio ed è possibile realizzare gli interventi materialmente senza spendere nulla, o spendendo molto poco.

costo cappotto termico
 
 
 

Perché rivolgersi a EdiliziAcrobatica

EdiliziAcrobatica accetta la cessione del credito. Dunque, potenzialmente, permette ai suoi clienti di risparmiare moltissimo.

Ma non è questo l’unico motivo per cui dovresti rivolgerti a EdiliziAcrobatica. Infatti, adottiamo un approccio particolare ai lavori in altezza, categoria cui fa ovviamente parte l’installazione del cappotto termico: rinunciamo ai ponteggi e alle impalcature, ci affidiamo alle linee vita e alle funi. I nostri muratori lavorano su corda, e lo fanno a pieno regime.

L’assenza di ponteggi, oltre ad abbattere i costi (qualora ce ne fosse ancora bisogno) implica la riduzione dell’inquinamento acustico e visivo.

Se stai pensando di installare un cappotto termico, dunque, rivolgiti a noi di EdiliziAcrobatica.

Contattaci al NUMERO VERDE 800. 300. 833 per valutare la fattibilità dell’intervento

Richiedi un SOPRALLUOGO GRATUITO di un nostro tecnico specializzato

Oppure clicca qua e compila il form “Richiedi preventivo”.

E’ un servizio completamente gratuito e consentirà ai nostri tecnici di avere un quadro delle tue necessità e di individuare la soluzione migliore per te.
Sarai ricontattato senza impegno in meno di 12 ore!

Guarda i nostri LAVORI SU CORDA >>>

Potrebbe interessarti anche

LAVORA CON NOI Vuoi unirti al nostro team? SCOPRI LE POSIZIONI APERTE!

Hanno avuto fiducia in noi oltre 18.000 clienti