Ottimo risultato di Riva per il suo primo test in Atlantico: anche nel confronto con i francesi, il navigatore milanese si è dimostrato all’altezza dei suoi avversari, confermando il suo talento di giovane promessa azzurra.

Dopo una partenza conservativa in 29esima posizione e una prima giornata al quindicesimo posto, Riva riesce a imporre il suo ritmo con una rimonta davvero incredibile, degna di un Valentino Rossi! della vela oceanica!

Questa “Mini en Mai”, la regata in solitario più importante del campionato francese oltre la Mini-Transat, era stata accorciata a 380 miglia rispetto alle consuete 500, a causa del maltempo. Nonostante ciò, ci sono stati verificati 5 ritiri, tra cui quello di uno degli altri due equipaggi italiani in gara, Giammarco Sardi su Antistene.
Sono partito malino, troppo conservativo”, dice Alberto, “poi nella prima giornata ho messo troppa tela, nella notte invece ho fatto alcune mosse giuste… e andavo come un aeroplano! Ho recuperato 15 posizioniDopo Glénans ero terzo o quarto, però è stata dura perché perché per un po’ non ha funzionato il pilota automatico. Nell’ultimo tratto il vento è calato molto ed è cominciata la lotta per il terzo posto. E’ andata bene, direi!”.

Complimenti anche da parte di Riccardo Iovino, CEO & Founder di EdiliziAcrobatica e velista: “Il risultato di questa prima regata atlantica, una competizione così complessa, conferma l’indiscutibile valore di Alberto, non solo di velista, ma di uomo determinato a raggiungere i propri obiettivi sempre, anche senza il vento a favore”.

Per saperne di più su Alberto Riva clicca qui
Per saperne di più su Yacht Club Italiano clicca qui

Scopri di più su EdiliziAcrobatica
VISITANTO IL NOSTRO SITO

Potrebbe interessarti anche

LAVORA CON NOI Vuoi unirti al nostro team? Invia il tuo CV

Hanno avuto fiducia in noi oltre 18.000 clienti